Egli è altresì scritto…

Blog di Nicola Iannazzo

● Il mondo perisce … ma anche parte del popolo di Dio!

Quante volte ci sono state dette queste parole:

‘C’è un mondo che perisce e voi trovate il tempo per confutare tante chiese, tanti pastori, tante situazioni strane, e così via?’ ‘Ma pensate piuttosto a predicare il Vangelo al mondo!’

Ora, a parte il fatto che noi facciamo pure questo, cioè predichiamo il Vangelo ai peccatori; io vorrei dire a costoro che qui non c’è solo il mondo che perisce, ma anche parte del popolo di Dio, e come dice Dio tramite il profeta Osea “perisce per mancanza di conoscenza” (Osea 4:6)!

C’è una parte del popolo di Dio infatti che non sa discernere il sacro dal profano, la verità dalla menzogna, il vero dal falso, e per questa ragione si corrompe dietro le mondane concupiscenze, professa dottrine false, e compie pratiche antibibliche di ogni genere, e corre dietro ad impostori di ogni genere di cui sono rimasti preda. E quindi pur dicendosi vivi, sono morti.
Dinnanzi a questa situazione, che è davanti agli occhi di tutti, come mai non c’è la medesima preoccupazione che c’è per quelli del mondo che periscono?

Come mai quegli stessi credenti che dicono quelle cose sulle persone del mondo, poi non dicono niente a proposito del popolo di Dio che perisce per mancanza di conoscenza?

Eppure Dio non vuole che il suo popolo perisca per mancanza di conoscenza! La risposta è che le stesse persone che ci dicono quelle cose sono ignoranti e corrotte.

Ecco spiegato dunque perché questi che pare si preoccupino così tanto per il mondo che perisce, poi non si preoccupano affatto della Chiesa che perisce, perché loro stessi stanno perendo per mancanza di conoscenza. Sono morti, ma non se ne rendono conto; sono ciechi, ma pensano di vederci.

I messaggi dei pastori che periscono assieme al gregge sono messaggi che lusingano il popolo di Dio, che gli fanno credere che in mezzo a loro c’è in atto un risveglio, quando in effetti c’è un risveglio di eresie, c’è un risveglio di mondanità impressionante, un risveglio di carnalità dilagante, c’è un risveglio di grande confusione. Se infatti ci fosse un vero risveglio, ci sarebbe un ritorno ad una vita santa, giusta, e pia, ma ciò non si vede. Se ci fosse un vero risveglio, il popolo di Dio sarebbe spinto ad attaccarsi alla Parola di Dio, ma qui invece si allontana da essa sempre di più. Se ci fosse un vero risveglio, il popolo prenderebbe piacere nel crescere nella conoscenza, mentre invece ha in avversione la conoscenza. Se ci fosse un vero risveglio, il popolo si santificherebbe e quindi si purificherebbe da contaminazioni spirituali e carnali, ma qui invece c’è da parte loro la ricerca della contaminazione. Se ci fosse un vero risveglio, smetterebbero di conformarsi al presente secolo malvagio, invece fanno di tutto per assomigliare sempre più al mondo. Se ci fosse un vero risveglio, si sentirebbero attirati a coloro che esortano il popolo a santificarsi, ma invece li sprezzano e li calunniano.

Dunque, nella stessa maniera che il mondo ha bisogno che gli si annunci il Vangelo della grazia di Dio, così in questi ultimi termini dei tempi c’è una gran parte del popolo di Dio a cui bisogna suonare la tromba per farlo rientrare in sé, e riconoscere la verità, affinché abbandoni la mondanità, la perversità, la malvagità, e la menzogna, e torni a camminare sui sentieri diritti.

E questo lo si può fare solo confutando le menzogne, e riprovando le opere infruttuose delle tenebre.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Di Giacinto Butindaro

Tratto da: Il mondo perisce … ma anche parte del popolo di Dio
____________________________________________________________________________________________________

Articoli correlati:

● Cos’è la “confutazione”, quale è la sua utilità, quali le ragioni e la franchezza dell’esposizione

● Giudicare: quando è vietato e quando è comandato

● Devo riprenderli prima in privato?

● Gaetano Rizzo chiede scusa pubblicamente a Giacinto Butindaro dicendo: “Il suo comportamento nel riprendere è più corretto di quanto pensassi in precedenza…”

● Taluni dicono: “Chi ti ha dato l’autorità d’ insegnare tali cose e di riprendere i fratelli che peccano?”

● Attenzione agli “avvocati del diavolo”

Articoli correlati da Link esterni:

Share

28 luglio 2010 Posted by | Apostasia, Avvocati del diavolo, Comportamenti disordinati, Comportamenti sconvenienti, Esortazioni | Lascia un commento

● Contro la ‘chiamata all’altare’, conosciuta meglio come ‘appello alla salvezza’

C’è una pratica senza alcun fondamento biblico diffusissima in ambito evangelico, quando si tengono delle riunioni di evangelizzazione, che consiste in questo. Immediatamente dopo il sermone, la congregazione suona un cantico durante il quale il predicatore chiama uomini e donne a lasciare il loro posto e venire avanti di fronte all’uditorio per confessare pubblicamente di ‘accettare Cristo’.

A coloro che faranno così viene offerta la salvezza. Coloro che vengono avanti ricevono la personale attenzione di un consigliere e vengono istruiti a pregare, e così via. Spesso il predicatore li invita a recitare assieme a lui una preghiera, che è ‘la preghiera del peccatore penitente’.

Una volta terminato tutto ciò, il predicatore spesso afferma a coloro che hanno fatto quella preghiera: ‘Adesso il vostro nome è scritto nel libro della vita!’.

Fu Charles Finney, famoso predicatore del diciannovesimo secolo (1792-1875), che diede origine a questa pratica, denominata nelle Chiese anglosassoni ‘altar call’ (chiamata all’altare). Continua a leggere

28 luglio 2010 Posted by | Chiamata all'altare, Chiesa rione sanità Napoli, Ciro Scuotto, Dottrine False, Pastore Alfredo Ciabatti | Lascia un commento

● Confutazione delle dottrine di Paul C. Jong

Paul C. Jong (…da non confondersi con Paul Yonggi Cho, pastore di Yoido, in Corea) …è un predicatore coreano ed ha fondato la New Life Mission (la cui sede principale è a Seul, Corea) che è una organizzazione non denominazionale nel 1991, e distribuisce gratuitamente i suoi libri e da quello che dice ne hanno distribuiti finora centinaia di migliaia in tutto il mondo. Li stanno distribuendo anche in Italia e nella rete da un pò di tempo circolano inviti fatti da parte di alcuni suoi seguaci ad andare al sito della New Life Mission e scaricarsi gratuitamente i suoi libri, tra cui in italiano è disponibile ‘Sei davvero rinato di acqua e di Spirito?’, o anche a richiederli gratuitamente su carta. Leggendo i suoi scritti presenti sul sito della New Life Mission ci si avvede di numerose falsità (tutte le citazioni di Paul Jong sono tratte dal suo sito).

Qui di seguito potrete ascoltare la confutazione audio del fratello Giacinto Butindaro:

Contro le eresie di Paul C. Jong… (83 min)


La prima, che poi è quella che lui ripete un pò dovunque, è quella che Gesù Cristo quando Giovanni Battista lo battezzò nelle acque del Giordano prese su di sè tutti i peccati di tutti gli uomini da Adamo a tutti gli uomini che verranno fino alla fine del mondo. Continua a leggere

28 luglio 2010 Posted by | Dottrine False, Paul C. Jong, Predicazioni Audio mp3 | Lascia un commento

● Le ADI hanno ‘tolto’ il fuoco dall’inferno…

Confutazione della dottrina ‘il fuoco dell’inferno è allegorico e la Nuova Gerusalemme è un simbolo’…

(114 minuti – mp3)

Perchè nelle ADI non predicano quasi mai sulle pene eterne – fuoco metaforico

(72 minuti – mp3)

_______________________________________________________

Le A.D.I. (Assemblee di Dio in Italia) insegnano che quando la Scrittura parla di fuoco sia in riferimento all’Ades che alla Geenna il termine fuoco non va inteso letteralmente ma metaforicamente.

Ecco delle parti scannerizzate dal Nuovo Commentario Biblico Illustrato, ‘tradotto’ e pubblicato da ADI-Media, che provano ulteriormente in maniera inconfutabile che le Assemblee di Dio in Italia insegnano la falsa dottrina che il fuoco eterno di cui parlò Gesù, e che nell’Apocalisse è chiamato “stagno ardente di fuoco e di zolfo”, non è reale ma simbolico.

Le pubblico non solo affinchè servano di conferma a quanto noi diciamo da tanto tempo, ma anche affinchè quei credenti che frequentano Chiese ADI che dicono: ‘Ma il nostro pastore non ha mai insegnato questa cosa!’ siano persuasi che questo è l’insegnamento ufficiale delle ADI.
Come potete vedere, le parole del Nuovo Commentario Biblico che provano questo falso insegnamento delle ADI, sono le seguenti: ‘Un’angoscia inesprimibile è simboleggiata da ‘fuoco e zolfo’, v. 10b (cfr. Is. 30:33; Ap. 20:10). La punizione eterna è simboleggiata dal ‘fumo del loro tormento’ che sale ‘nei secoli dei secoli’, v. 11′ (Merrill F. Hunger – Gary N. Larson, Nuovo Commentario Biblico Illustrato, ADI-Media, 2009, pag. 679); ‘Il giudizio preannunciato su Satana (Gen. 3:15) viene ora eseguito. Prima cacciato via dalla sfera del cielo (12:9), poi imprigionato nell’abisso (20:1-3), egli viene ora consegnato al suo destino eterno, lo stagno di ‘fuoco e zolfo’, che raffigura un inesprimibile cosciente tormento (14:10; Is. 30:33)’ (Ibid., pag. 687). Fratelli guardatevi dal lievito delle ADI.

Ecco cosa Francesco Toppi, ex-presidente delle A.D.I., ha scritto nel suo libro A Domanda Risponde:

  • ‘La concezione di un inferno o di un fantastico ‘purgatorio’ con vere fiamme di fuoco, immagini tanto care alle descrizioni medievali, è un’idea sfruttata da predicatori astuti ma poco seri che, ormai, riesce a terrorizzare soltanto qualche pia vecchietta, la quale si vede già ardere per l’eternità’ (Francesco Toppi, A Domanda Risponde, Volume 1, pagina 231, ADI-MEDIA, seconda edizione, Roma 2004).

Lo stesso ha affermato durante il programma ‘Dai nostri culti’ trasmesso da RadioEvangelo qui a Roma, durante una predicazione che verteva sulla vita dopo la morte, che quando Gesù parlò della fiamma che tormentava l’anima del ricco nell’Ades, non intese riferirsi ad un fuoco letterale ma usò un linguaggio metaforico! E che nelle ADI non sia cosa rara sentire parlare così in riferimento al fuoco dell’inferno me lo ha confermato un fratello che parlando con un aspirante pastore delle ADI si è sentito rispondere: ‘Ma fratello, non penserai mica che quello sia veramente fuoco?!’ Continua a leggere

28 luglio 2010 Posted by | ADI (Assemblee di Dio in Italia), Dottrine False, Eresia, Eresie, Errori Dottrinali nelle ADI, Eternità, Falsi insegnamenti, Francesco Toppi, Giudizio, Giudizio eterno, Inferno, Insegnamenti errati, Lazzaro, Luogo di tormento, Predicazioni Audio mp3 | Lascia un commento