Egli è altresì scritto…

Blog di Nicola Iannazzo

● Predizioni cadute a terra


Contro quelli che stabiliscono la data del ritorno del Signore o lo danno per imminente

(93 minuti – mp3)

I Falsi Profeti

(90 minuti – mp3)

___________________________________________

Roma, 23 Maggio 2011

Fratelli nel Signore, abbiamo tutti potuto constatare come la predizione fatta dall’ottantanovenne Harold Camping (nella foto) sulla venuta di Cristo sia caduta a terra.

Costui infatti aveva detto che il 21 Maggio 2011 i morti in Cristo sarebbero risorti e i credenti viventi sarebbero stati rapiti sulle nuvole a incontrare il Signore nell’aria, mentre coloro che sarebbero rimasti sulla terra avrebbero passato cinque mesi di orribile tormento fino al 21 Ottobre 2011 quando Dio avrebbe distrutto completamente questa creazione e tutte le persone che non hanno sperimentato la salvezza in Cristo.

Peraltro Harold Camping non è la prima volta che ha predetto il ritorno di Cristo, infatti nel 1992 pubblicò un libro dal titolo 1994?, in cui proclamò che il 6 settembre del 1994 Cristo sarebbe tornato. Quando poi Gesù non tornò, provvide un altra data per il suo ritorno, il 31 Marzo 1995.

Ma non è il primo che abbia fatto delle predizioni sul ritorno di Cristo o sulla fine del mondo, che puntualmente sono cadute a terra, infatti prima di lui ce ne sono stati una lunga schiera. Eccone alcuni.

Ilario di Poitiers (315 – 367)

Ilario di Poitiers, vescovo di Pictavium (l’attuale Poitiers), annunciò che la fine del mondo sarebbe avvenuta nel 365.

Martino di Tours (ca. 316-397)

Martino, vescovo di Tours, era convinto che la fine sarebbe venuta prima del 400.

Ippolito di Roma (cir. 170-235)

Ippolito (cir. 170-235), teologo e scrittore cristiano, predisse che Cristo sarebbe tornato nell’anno 500, quando sarebbe iniziato il regno di Cristo sulla terra durante il quale i santi avrebbero regnato con Lui.

Melchiorre Hoffman (c. 1495–1543)

L’anabattista Melchiorre Hoffman predisse che il ritorno di Cristo sarebbe avvenuto 1500 anni dopo la data della sua crocifissione, e quindi nel 1533. Sarebbe quindi iniziata una nuova era, e la Nuova Gerusalemme si sarebbe instaurata nella città di Strasburgo

Michael Stiefel (1486-1567)

Michael Stiefel, un predicatore Luterano, predisse che Gesù Cristo sarebbe tornato il 19 Ottobre 1533. Lutero lo rigettò.

Benjamin Keach (1640-1704)

Benjamin Keach, un Battista del XVII secolo, predisse la fine del mondo per il 1689

Cotton Mather (1663-1728)

Il predicatore puritano Cotton Mather predicò che la fine del mondo sarebbe avvenuta nel 1697. Quando poi l’evento atteso non si verificò, rifece i calcoli e stabilì la data del 1716.

Charles Wesley (1707 – 1788)

Charles Wesley, uno dei fondatori del Metodismo, predisse la fine del mondo per il 1794

John Wesley (1703-1791)

John Wesley, che assieme a suo fratello Charles fondò il Metodismo, predisse che la fine del mondo sarebbe giunta nel 1836.

William Miller (1782-1849)

Miller nacque nel 1782 in Pittsfield, nello Stato del Massachusetts. Si convertì nel 1816 e dopo due anni di intenso studio delle Scritture arrivò alla conclusione che la fine del mondo sarebbe arrivata nel 1843. Ecco quello che lui stesso scrisse a tale riguardo:

‘Io fui portato, nel 1818, alla fine del mio studio delle Scritture di due anni, alla solenne conclusione che nello spazio di circa venticinque anni da quel tempo [ 1818] tutti gli affari del nostro presente stato sarebbero stati conclusi (would be wound up)’ (Francis D. Nichol, The Midnight Cry [Il Grido di Mezzanotte], Washington, D. C. 1944, pag. 35; citato da Walter R. Martin, The Kingdom of the cults [Il Regno dei culti], Minneapolis, Minnesota 1977, 24esima ediz. (riveduta), pag. 361).

Più tardi Miller specificò il tempo del ritorno di Cristo in questi termini:

‘Io credo che il tempo può essere conosciuto da tutti coloro che desiderano capire ed essere pronti per la Sua venuta. E io sono pienamente convinto che in un tempo fra il 21 Marzo 1843 e il 21 Marzo 1844, in base al modo dei Giudei di computare il tempo, Cristo verrà e porterà tutti i suoi santi con Lui; e che poi egli ricompenserà ogni uomo a secondo di quel che sarà l’opera sua’ (Signs of the Times [Segni dei Tempi], 25 Gennaio 1843; citato da Walter Martin, op. cit., pag. 361).

Miller si diede a predicare questo messaggio del secondo avvento di Cristo in quel preciso periodo di tempo e migliaia di persone gli credettero. Ma la mancata apparizione di Cristo in quell’anno fissato da Miller, provocò una grande delusione. Miller riconobbe il suo errore ma persistette nel dire che il giorno del Signore era imminente; ecco come si espresse:

‘Confesso il mio errore, e riconosco la mia delusione; comunque io credo ancora che il giorno del Signore è vicino, cioè alle porte; e vi esorto, fratelli miei, ad essere vigilanti e a non permettere che quel giorno venga su voi ignari’ (Sylvester Bliss, Memoirs of William Miller [Memorie di William Miller], pag. 256; citato da Anthony A. Hoekema, The Four Major Cults [I Quattro Maggiori Culti], Exeter, Devon England, 1975, pag. 91).

Dopo la mancata apparizione di Cristo in quell’anno, Samuel S. Snow, uno dei collaboratori di Miller, spostò la data del ritorno di Cristo all’autunno del 1844, e precisamente al 22 Ottobre di quell’anno; e molti dei seguaci di Miller accettarono questa nuova data, e alla fine l’accettò pure Miller. Come si approssimava quel giorno, molti vendettero le loro proprietà, degli agricoltori lasciarono le loro raccolte non mietute e alcuni che possedevano dei negozi li chiusero in onore del Re dei re, e tutti si prepararono in vista di quell’evento. Gruppi di Milleriti si radunarono nelle loro case e nei loro luoghi di riunione per aspettare il ritorno del Signore in quel giorno (in tutto viene detto che i seguaci di Miller si aggiravano sui 50.000). Ma in quel giorno il Signore non tornò: e fu così grande la delusione che molti abbandonarono la fede nell’avvento di Cristo. Per quanto riguarda William Miller occorre dire che egli si oppose alle varie e nuove teorie sorte dopo il 22 Ottobre 1844 per spiegare la delusione.

Ellen G. White (1827 – 1915)

Ellen G. White, la ‘profetessa’ (che ha insegnato tante false dottrine) degli Avventisti del Settimo giorno, verso la fine del Giugno 1850 predisse che rimanevano solo pochi mesi prima del ritorno di Cristo (Early Writings, pag. 64-67)

Claas Epp, Jr. (1838 – 1913)

Claas Epp, Jr. era un predicatore russo Mennonita, che predisse che Cristo sarebbe tornato l’8 Marzo 1889.

Charles Taze Russell (1852 – 1916)

Russell nacque il 16 febbraio 1852 a Allegheny (ora parte di Pittsburgh), in Pennsylvania, da genitori che frequentavano una Chiesa presbiteriana. All’età di circa diciassette anni, in una sala di Allegheny, il giovane Russell assistette ad una predicazione di Jonas Wendell il quale annunziava il 1874 come data del ritorno visibile e glorioso di Cristo. Questo Jonas Wendell faceva parte della chiesa cristiana avventista (una chiesa che esiste ancora, ma che non va confusa con la chiesa avventista del settimo giorno) che era formata da quelli che dopo la ‘grande delusione’ del 1844 (delusione prodottasi a motivo del mancato adempimento del ritorno di Cristo predetto da William Miller per quell’anno) continuavano ancora a stabilire nuove date sul ritorno di Cristo. In seguito a questo incontro con Wendell, Russell si mise a studiare la Bibbia con altri suoi coetanei.

Anche lui, quantunque non aderì alla chiesa cristiana avventista, si mise ad aspettare il ritorno di Cristo (lui però, sosteneva che il ritorno di Cristo sarebbe stato invisibile, e non prestò attenzione alle argomentazioni relative al tempo perché le giudicò ‘immeritevoli di attenzione’). Venne anche quell’anno, ed ancora una volta Cristo non tornò visibilmente secondo i calcoli fatti dai cristiani-avventisti. Ancora una volta però dinanzi alla grande delusione i delusi decisero di optare per l’idea della ‘cosa sbagliata nel tempo giusto’; in sostanza che la data del 1874 era quella giusta, ma l’evento atteso per quell’anno era stato quello sbagliato.

Così dissero che nel 1874 era iniziata la presenza invisibile di Cristo, e che nello spazio di quaranta anni, cioè nel 1914 sarebbe venuta la fine del mondo e sarebbe iniziato il millennio.

Tra costoro che dopo questa ennesima delusione adottarono questa tesi c’era anche il cristiano-avventista Nelson H. Barbour, con cui Russell si mise a collaborare dal 1876 divenendo poi ‘condirettore’ con lui della rivista Herald of the Morning (L’Araldo del Mattino) nel 1878. Il motivo di questa sua collaborazione con Barbour fu che egli rimase convinto dalla tesi di Barbour sul tempo dell’inizio della presenza invisibile di Cristo. Da quel momento in poi Russell durante tutta la sua vita si diede molto da fare per annunziare il 1874 come data del ritorno invisibile di Cristo. Sulla Watch Tower (Torre di Guardia) del 15 luglio 1906 venne raccontato come Russell volle mettersi in contatto con Barbour perché aveva letto una copia dell’Herald of the Morning in cui il Direttore (Barbour appunto) diceva che il Signore era già presente nel mondo dal 1874.

Ecco le parole di Russell:

‘…rimasi perplesso dinanzi ad una dichiarazione molto cauta in base alla quale il Direttore credeva che le profezie indicassero che il Signore fosse già presente nel mondo (non visto e invisibile), e che l’opera di raccolta e di scelta del grano era già imminente, e mi sorprese che questa opinione fosse sostenuta dalle profezie relative al tempo le quali, appena pochi mesi prima, egli aveva considerato fallite. Ecco un nuovo aspetto sul quale riflettere; era possibile che le profezie relative al tempo, che avevo così a lungo disprezzato a motivo dell’erroneo uso che ne avevano fatto gli Avventisti, intendessero realmente indicare il tempo in cui il Signore sarebbe stato invisibilmente presente per stabilire il proprio regno, cosa che, come comprendevo chiaramente, non si sarebbe potuta conoscere altrimenti? La cosa mi sembrava, in verità, ragionevole, molto ragionevole. (…) Poteva essere che queste argomentazioni relative al tempo, che avevo trascurate come immeritevoli di attenzione, contenessero realmente un’importante verità che essi avevano applicato in maniera erronea? (…) Tuttavia, non erano disponibili libri o altre pubblicazioni che esponessero le profezie relative al tempo come allora erano intese, perciò mi accollai le spese necessarie a che il sig. Barbour venisse a trovarmi a Philadelphia (dove avevo degli impegni di affari nell’estate del 1876), per dimostrarmi ampiamente e facendo uso della Scrittura, se ne fosse stato capace, che le profezie indicavano il 1874 come data per l’inizio della presenza del Signore e per la ‘raccolta’. Egli venne e l’evidenza mi soddisfece. Essendo una persona dalle salde convinzioni e completamente consacrato al Signore, subito compresi che la particolare epoca in cui vivevamo, richiedeva un importante impegno nel nostro incarico e nella attività in qualità di discepoli di Cristo …’.

Arrivò anche il 1914 senza che nulla di quello che era stato preannunziato da Russell fosse successo. Ma egli non si arrese, e lanciò una nuova data; il 1918. Ma nel 1916 morì.

Joseph Franklin Rutherford (1869 – 1942)

Morto Russell, nel gennaio del 1917 fu eletto presidente della società Torre di Guardia, J. F. Rutherford che era stato il suo avvocato durante i suoi numerosi processi. Rutherford era nato nel 1869 da genitori battisti, e veniva soprannominato il ‘giudice’ perché durante la sua professione di avvocato in talune occasioni era stato chiamato a sostituire temporaneamente il giudice regolare nel Quattordicesimo Distretto Giudiziario del Missouri. Arrivò anche il 1918, ed ancora tutte le aspettative furono deluse; Rutherford allora spostò la data al 1925 annunciando la fine del mondo per quell’anno. Rutherford disse che il Millennio sarebbe iniziato nel 1925 e che in quell’anno sarebbero risuscitati i patriarchi dell’Antico Testamento.

Ecco come si espresse nel suo libro Milioni ora viventi non morranno mai:

‘Perciò possiamo aspettare con fiducia che il 1925 segnerà il ritorno di Abraamo, Isacco, Giacobbe e dei fedeli profeti dell’antichità, particolarmente quelli nominati dall’Apostolo in Ebrei cap. 11, alla condizione di umana perfezione (…) possiamo attendere il 1925 per testimoniare il ritorno di questi fedeli uomini d’Israele dalla condizione di morte alla condizione di (…) visibili, legali rappresentanti del nuovo ordine di cose sulla terra. (…) Quindi, basandosi sull’argomento prima esposto che il vecchio ordine di cose, il vecchio mondo, sta finendo ed è prossimo, perciò, a passare, e che il nuovo ordine sta sopravvenendo, e che il 1925 designerà la risurrezione dei fedeli notabili dell’antichità ed il principio della restaurazione, è ragionevole concludere che milioni di persone ora sulla terra si troveranno ancora sulla terra nel 1925. Quindi, fondati sulle promesse espresse nella Parola di Dio, dobbiamo giungere alla positiva ed indiscutibile conclusione che milioni ora viventi non morranno mai’ (J. F. Rutherford, Milioni ora Viventi non Morranno Mai, 1920, edizione inglese, pag. 88 e segg. – Si tenga presente che il testo inglese di questo libro di Rutherford dopo il 1925 fu modificato infatti sui libri in circolazione si cancellò la data 1925 e si stampò, con caratteri tipografici diversi dagli altri, la parola inglese ‘soon’ – di quattro caratteri come ‘1925’ – che significa ‘presto, tra poco’. Queste modifiche avevano lo scopo di far dimenticare ai Testimoni di Geova quello che Rutherford aveva detto dover avvenire nel 1925.)

William Schnell, autore del noto libro Trent’anni schiavo della Torre di Guardia, che lavorava per la società della Torre di Guardia al tempo in cui fu stabilita questa nuova data dice a tale proposito:

‘Negli anni successivi (…) la Società della Torre di Guardia spostò la data al 1925. Presentarono questa nuova data a noi e tutta la gente come l’anno in cui sarebbe venuto il Regno sulla terra, e in mezzo agli Studenti della Bibbia, sarebbero riapparsi i celebri personaggi o i principi dell’Antico Testamento. Questa aspettativa veniva sventolata da ogni pubblicazione dell’organizzazione e lasciava un’impronta profonda nelle nostre menti’ (William Schnell, Trent’anni schiavo della Torre di Guardia, Napoli 1983, pag. 36); ma anche questa nuova predizione non si adempì. La delusione del 1925 portò il giudice Rutherford a rivedere il sistema delle date ed a fissare al 1914 la data della invisibile venuta di Cristo sulla terra.

Nathan Homer Knorr (1905 – 1977)

Nel 1942 Rutherford morì, ed il suo posto fu preso da Nathan Homer Knorr; anche lui stabilì una data profetica; quella del 1975 in cui dovevano scadere seimila anni dalla creazione di Adamo.
Nel 1966 Fred Franz (l’allora vice presidente della Torre di Guardia) pubblicò il libro intitolato Vita eterna nella libertà dei figli di Dio in cui veniva detto: ‘Dal tempo di Ussher è stato fatto un intenso studio della cronologia biblica. In questo ventesimo secolo è stato fatto uno studio indipendente che non segue ciecamente qualche tradizionale calcolo cronologico della cristianità, e lo stampato calcolo del tempo che risulta da questo studio indipendente indica la data della creazione dell’uomo come il 4026 a.E.V. Secondo questa fidata cronologia biblica seimila anni dalla creazione dell’uomo termineranno nel 1975, e il settimo periodo di mille anni della storia umana comincerà nell’autunno del 1975 E.V.’ (pag. 28-29). Era così sentita questa fatidica data, negli anni anteriori al 1975, che un certo numero di Testimoni di Geova si prepararono al grande evento in queste maniere. Alcuni liquidarono i propri affari, lasciarono il lavoro, vendettero case e fattorie e si trasferirono in altre zone per ‘servire dove il bisogno era maggiore’ con mogli e figli, ritenendo di avere fondi a sufficienza per arrivare fino al 1975. Altri, tra cui anche delle persone anziane, incassarono le polizze di assicurazione, e altri i titoli di valore; e qualcuno rinviò operazioni chirurgiche pensando che con l’inizio del millennio non ce ne sarebbe stato più bisogno. Nell’aprile del 1975 (quando l’attesa della fine del mondo era immensa) sulla rivista Svegliatevi! venivano elogiate e difese quelle coppie che avevano deciso di non avere figli per poter meglio proclamare il messaggio della Torre di Guardia: ‘Oggi c’è una grande folla di persone che confidano che ora è imminente una distruzione di proporzioni ancora più grandi. Le evidenze indicano che fra breve la profezia di Gesù avrà un adempimento maggiore, su questo intero sistema di cose. Questo è stato uno dei maggiori fattori che ha indotto molte coppie a decidere di non avere figli in questo tempo. Hanno preferito rimanere senza figli così che sarebbero stati meno ostacolati nell’osservanza delle istruzioni di Gesù Cristo di predicare la buona notizia del regno di Dio in tutta la terra prima che venga la fine di questo sistema (…) ci sono molte buone ragioni perché le coppie decidano ora di non avere figli. Anche nella profezia di Gesù riguardo al tempo della fine, si trovano buone ragioni per rimanere senza figli. Perciò, sarebbe interamente scorretto da parte di chiunque criticare quelli che decidono che questo non è il tempo per avere figli’ (Svegliatevi!, 8 aprile 1975, pag. 11-12).

Joseph Smith (1805 – 1844)

Joseph Smith è il fondatore della setta dei Mormoni. Questo falso profeta oltre ad insegnare tante eresie, fece una predizione falsa anche sul ritorno di Cristo, infatti nel 1835 predisse che nello spazio di 56 anni sarebbe ritornato Gesù Cristo, ma quando arrivò il 1891 Gesù non ritornò (History of the Church, Vol. 2, pag. 180-182).

Herbert W. Armstrong (1892-1986)

Herbert Armstrong, fondatore della Worldwide Church of God (Chiesa di Dio Universale), predicatore di numerose eresie, predisse l’inizio della Grande Tribolazione per il 1972, e il ritorno di Cristo per il 1975.

William Marrion Branham (1909 – 1965)

William Branham era un predicatore americano molto famoso ai suoi giorni che si proclamò il Messaggero degli Ultimi giorni, e che insegnò parecchie eresie. Nel suo libro Esposto sulle sette epoche della Chiesa, Branham, prendendo lo spunto dalle sette Chiese dell’Apocalisse, divide la storia della chiesa in sette epoche. Ciascuna delle Chiese dell’Apocalisse rappresenta un epoca e ciascun angelo di ogni chiesa il messaggero suscitato da Dio in quell’epoca. La Chiesa di Efeso è l’epoca che va dal 53 al 170, e il messaggero di questa epoca fu Paolo da Tarso; la Chiesa di Smirne è l’epoca che va dal 170 al 312, e il suo messaggero è Ireneo, vescovo di Lione; la Chiesa di Pergamo è l’epoca che va dal 312 al 606, e il suo messaggero è Martino di Tours; la Chiesa di Tiatiri è l’epoca che va dal 606 al 1520, e il suo messaggero fu l’irlandese Columba; la Chiesa di Sardi è l’epoca che va dal 1520 al 1750 e il suo messaggero è Martin Lutero, il riformatore tedesco; la Chiesa di Filadelfia è l’epoca che va dal 1750 al 1906, e il suo messaggero fu il predicatore inglese John Wesley. Per ciò che riguarda la chiesa di Laodicea, che rappresenta l’ultima epoca, Branham scrisse quanto segue: ‘L’epoca della chiesa di Laodicea ebbe inizio alla svolta del XX secolo, cioè press’a poco nel 1906. Quanto durerà? Quale servitore di Dio che ha avuto una moltitudine di visioni dal Signore e delle quali NESSUNA ha mai fallito, permettetemi di dire in anticipo (non ho detto profetizzare, bensì dire anticipatamente), che questa epoca terminerà intorno al 1977’ (Esposto…., pag. 432). Cosa volle dire Branham con questo? Che Cristo sarebbe tornato per quell’anno infatti più avanti dice: ‘Sebbene molti penseranno che non si dovrebbe osare pronunciare simile affermazione così piena di responsabilità, poiché Gesù ha detto che: ‘Nessuno sa né il giorno né l’ora’ mantengo la validità di tale predizione anche se sono passati già 30 anni dal giorno in cui ebbi tali visioni. Infatti Gesù NON ha detto che nessuno poteva conoscere l’anno, il mese o la settimana in cui avrebbe luogo il suo ritorno. Così ripeto, credo sinceramente e mantengo quale uomo che conosce la Parola di Dio con divina ispirazione, che entro il 1977 tutti i sistemi di questo mondo avranno fine e comincerà il passaggio per il Regno Milleniale’ (ibid., pag. 434).

Hal Lindsey (1929 -)

Hal Lindsey, noto predicatore americano, autore del famoso libro Addio terra, ultimo pianeta, che negli anni 80 era invitato spesso a parlare alla TBN, fece intendere che Cristo sarebbe tornato entro la fine del 1988, cioè entro la generazione dopo (ossia 40 anni dopo) la fondazione dello stato di Israele, che avvenne nel 1948.

Edgar C. Whisenant (1932 – 2001)

Nel 1988 Edgar Whisenant, un ex ingegnere della NASA ed anche uno studente della Bibbia, pubblicò un libro dal titolo ’88 Reasons Why the Rapture Will Be in 1988′ (88 Ragioni per cui il Rapimento avverrà nel 1988′), che vendette milioni di copie. La data precisa del Rapimento era tra l’11 e il 13 Settembre del 1988. La TBN seguì molto da vicino la cosa, tanto che approssimandosi il grande giorno fece delle trasmissioni in cui venivano date speciali istruzioni su come prepararsi al Rapimento.

Jang Rim Lee

Il movimento coreano Hyoo-go (‘Rapimento’) or Jong Mal Ron (‘teoria della fine dei tempi’), predisse che il rapimento sarebbe avvenuto nel 1992. Il movimento nacque nel 1987 con la pubblicazione del libro Getting Close to the End di Jang Rim Lee – che era un ministro di culto protestante – in cui l’autore sosteneva che il rapimento sarebbe avvenuto il 28 Ottobre 1992. Molti dei suoi seguaci lasciarono il lavoro, vendettero le loro case, e dettero i loro beni a Lee. Quando la predizione non si avverò, Jang Lee fu messo in carcere per due anni con l’accusa di frode in quanto aveva frodato alcuni milioni di dollari in donazione ai suoi seguaci e ne aveva investiti una parte in obbligazioni che sarebbero maturate solo 6 mesi dopo la supposta data del ritorno di Gesù da lui stabilita!

David Berg (1919 – 1994)

David Brandt Berg, falso profeta propagatore di eresie, che ha fondato la setta ‘Bambini di Dio’ (ora ‘Family International’), predisse il ritorno di Cristo per il 1993.

Lester Sumrall (1913 – 1996)

Lester Sumrall, noto predicatore evangelico pentecostale, nel 1987 scrisse il libro ‘I Predict 2000 A.D’ (Io predico il 2000 d.C.), in cui predisse che Gesù sarebbe tornato nel 2000.

Carlo Fumagalli (1934 -)

Carlo Fumagalli, ex prete della Chiesa Cattolica Romana, convertitosi a Cristo ed ora predicatore del Vangelo, nel 1999 ha pubblicato il libro Il Giubileo secondo il cuore di Dio nel quale sosteneva che l’anno 2000 non solo introduce ufficialmente il terzo millennio dalla nascita di Cristo, ma esso introduce pure il settimo millennio dalla creazione del mondo. Dato quindi che questo periodo di tempo è contrassegnato dal numero SETTE e tutte le date contrassegnate dal numero sette racchiudono nel piano di Dio un particolare significato in quanto il sette è il numero dell’opera perfetta di Dio – il sabato è il settimo giorno della settimana, l’anno sabbatico cadeva ogni sette anni, e il giubileo cadeva dopo sette settimane di anni (49 anni), – in questo prossimo millennio si compirà il piano divino della redenzione. In esso infatti avverranno queste cose: la discesa di Gesù dal cielo con la resurrezione dei morti in Cristo e il mutamento dei santi viventi i quali saranno tutti portati in cielo a celebrare le nozze dell’Agnello. Poi dopo qualche tempo, Cristo tornerà sulla terra con grande potenza e gloria, e stabilirà il suo trono in Gerusalemme e da qui regnerà sulla terra per mille anni con i suoi eletti. Questo millennio sarà dunque caratterizzato dalla pace e dalla giustizia e da grande prosperità. Satana sarà legato per mille anni, e i santi regneranno con Cristo. Nell’ottavo millennio poi il Signore farà tutte le cose nuove (cfr. Carlo Fumagalli, Il Giubileo secondo il cuore di Dio, Pantigliate – Milano, 1999, pag. 63-64,152-153).

Conclusione

Gilberto Perri

Queste predizioni si sono rivelate false, ma ce ne sono delle altre che sono false ugualmente ma la cui data ancora non è giunta. Una di queste è quella di Gilberto Perri (1948-2010), fondatore della ‘Chiesa Cristiana’ di Gallico, che ha predetto che Cristo tornerà tra il 2013 ed il 2018, infatti ha affermato:

‘Io dico che i tempi del ritorno e i tempi della conclusione scattano dall’anno ’73 (1973). Una generazione conta intorno 40-45 anni. Se sommate 73 e 40 andiamo a 113, e 5 possibili in più sono 118. Ovvero entro il 2013 o entro il 2018 il Signore ritorna. Comunque noi siamo nella generazione dove in ogni istante è possibile il ritorno del Signore’.

Noi ovviamente sappiamo che neppure questa predizione si avvererà e quindi possiamo già includerla tra le false predizioni.
Qual’è la lezione che traiamo da tutte queste predizioni che non si sono verificate?
Che Gesù aveva ragione quando disse:

“Ma quant’è a quel giorno ed a quell’ora nessuno li sa, neppure gli angeli dei cieli, neppure il Figliuolo, ma il Padre solo” (Matteo 24:36), perchè tutti quelli che hanno preteso di sapere quando Gesù tornerà sono rimasti confusi; ed anche quando disse: “E questo evangelo del Regno sarà predicato per tutto il mondo, onde ne sia resa testimonianza a tutte le genti; e allora verrà la fine” (Matteo 24:14), perchè la fine di ogni cosa non può venire prima che il Vangelo sia predicato a tutte le genti.
E non solo Gesù, ma anche Paolo aveva ragione quando disse ai santi di Tessalonica in mezzo ai quali si erano insinuati alcuni che dicevano che il giorno del Signore fosse imminente:

“Or, fratelli, circa la venuta del Signor nostro Gesù Cristo e il nostro adunamento con lui, vi preghiamo di non lasciarvi così presto travolgere la mente, né turbare sia da ispirazioni, sia da discorsi, sia da qualche epistola data come nostra, quasi che il giorno del Signore fosse imminente. Nessuno vi tragga in errore in alcuna maniera; poiché quel giorno non verrà se prima non sia venuta l’apostasia e non sia stato manifestato l’uomo del peccato, il figliuolo della perdizione, l’avversario, colui che s’innalza sopra tutto quello che è chiamato Dio od oggetto di culto; fino al punto da porsi a sedere nel tempio di Dio, mostrando se stesso e dicendo ch’egli è Dio” (2 Tessalonicesi 2:1-4).

Dunque, che tutte queste predizioni mancate servano di monito a tutta la fratellanza affinché nessuno si metta a stabilire tempi o momenti per il ritorno di Cristo o la fine del mondo.
Vegliamo, fratelli, non sapendo quando Gesù ritornerà, come ci ha comandato di fare Gesù: “Vegliate, dunque, perché non sapete in qual giorno il vostro Signore sia per venire” (Matteo 24:42); ma sapendo che la sua venuta è vicina (Giacomo 5:8), come anche la fine di ogni cosa (1 Pietro 4:7).
Ma non mettiamoci a fare calcoli o congetture, che ci porterebbero sicuramente a stabilire tempi o momenti e a rimanere inesorabilmente confusi. Ricordiamoci che Gesù ci ha lasciato detto: “Non sta a voi di sapere i tempi o i momenti che il Padre ha riserbato alla sua propria autorità” (Atti 1:7), e Paolo: “Or quanto ai tempi ed ai momenti, fratelli, non avete bisogno che vi se ne scriva; perché voi stessi sapete molto bene che il giorno del Signore verrà come viene un ladro nella notte. Quando diranno: Pace e sicurezza, allora di subito una improvvisa ruina verrà loro addosso, come le doglie alla donna incinta; e non scamperanno affatto. Ma voi, fratelli, non siete nelle tenebre, sì che quel giorno abbia a cogliervi a guisa di ladro; poiché voi tutti siete figliuoli di luce e figliuoli del giorno; noi non siamo della notte né delle tenebre; non dormiamo dunque come gli altri, ma vegliamo e siamo sobrî. Poiché quelli che dormono, dormono di notte; e quelli che s’inebriano, s’inebriano di notte; ma noi, che siamo del giorno, siamo sobrî, avendo rivestito la corazza della fede e dell’amore, e preso per elmo la speranza della salvezza” (1 Tessalonicesi 5:1-8).

E ovviamente, per concludere, vi dico anche di non seguire assolutamente quelli che stabiliscono date o tempi per il ritorno di Cristo o la fine del mondo: guardatevi da essi, non date loro ascolto, nessuno di essi vi seduca con i suoi vani ragionamenti.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2011/05/23/predizioni-cadute-a-terra/

_______________________________________________________________________________

Articoli correlati:

● Harold Egbert Camping: un altro impostore che ci dice la data esatta del ritorno di Gesù Cristo

● A causa loro la via della verità sarà diffamata (2°Pietro 2:2)

● Gesù Cristo ritornerà! Cose utili da sapere…

● Confutazione del ”rapimento segreto”- Studio sul Ritorno di Gesù Cristo



Share

23 Mag 2011 Posted by | Benjamin Keach, Carlo Fumagalli, Charles Taze Russell, Charles Wesley, Cotton Mather, David Berg, Edgar C. Whisenant, Ellen G. White, False predizioni, False rivelazioni, Falsi profeti, Hal Lindsey, Harold Egbert Camping, Herbert W. Armstrong, Ippolito di Roma, Jang Rim Lee, John Wesley, Joseph Franklin Rutherford, Joseph Smith, Lester Sumrall, Martino di Tours, Melchiorre Hoffman, Michael Stiefel, Nathan Homer Knorr, William Marrion Branham | Lascia un commento

● Pentecostali Trinitariani e Antitrinitariani assieme a Palermo

Solo Gesù?

(86 minuti – mp3)

Confutazione dell’eresia dei ‘Gesù solo’

(104 minuti – mp3)

_________________

Fratelli nel Signore, vogliamo che sappiate che le seguenti Chiese parteciperanno alla Serata Evangelistica ‘Gesù guarisce’ del 21/05/2011 a Palermo presso l’Hotel San Paolo Palace. Questo evento è stato organizzato dall’ organizzazione: Associazione Evangelistica EdG™ “Evangelo della Grazia” diretta da Daniele Guadagnino.

  • Ass. Evang. Chiesa dei Cristiani Onlus – Via Generale Pietro Maravigna, 4, (Palermo) – Past. Emanuele Gambino
  • Casa di preghiera per tutte le nazioni – Via Maltese, 87 (Palermo) – Responsabile: Past. Corrado Salmè
  • Chiesa Apostolica Evangelica – Via Catalano, 52 – Partinico (PA) – Responsabile: Anziano Salvatore Lo Gaglio
  • Chiesa Bethel – Via Vito La Mantia, 29 (zona via Dante) Palermo – Responsabile: Past. Davide Cinà
  • Chiesa Cristiana Evangelica – Via Favignana, 15 – Niscemi (CL) – Responsabile: Past. Camagna Pino e Savona Giuseppe
  • Chiesa Cristiana Evangelica della Riconciliazione (Canto di Sion) – Viale Regione Siciliana Nord Ovest, 9906 (Palermo) – Responsabile: Past. Mauro Adragna
  • Chiesa Cristiana Evangelica “Eben Ezer” – Via Francesco Panzera, 27 – Palermo – Responsabile: Past. Salvatore Schiera
  • Chiesa Cristiana Evangelica “ELIM” “Camminando con Gesù” – Fondo Tinnirello, 2 (trav. Via M. Marine) Palermo – Responsabile: Past. Crimaudo Francesco
  • Chiesa Cristiana Evangelica “ELIM” “Gesù è il Signore” – Via Lo Bianco (trav. Via Cataldo Parisio) Palermo – Responsabile: Past. Crimaudo Francesco
  • Chiesa Cristiana Evangelica Internazionale – Via Maria Regina di Sicilia, 23, (Piazza Torrelunga) Palermo – Responsabile: Past. Tevere Salvatore
  • Chiesa Cristiana Evangelica Internazionale – Via Regione Siciliana, 127 – Caccamo (PA) – Responsabile: Past. Ippolito Pietro
  • Chiesa Cristiana Evangelica Internazionale – Via Trieste, 61 – Belmonte, Mezzagno (PA)- Responsabile: Past. Realbuto Giuseppe
  • Chiesa Cristiana Evangelica Jeshua – Via Pietratagliata, 90 (entrata da via Louis Braille, 3) Palermo – Responsabile: Past. Enzo Chinnici
  • Chiesa Cristiana Evangelica “LOGOS” – C.so dei Mille, 273 – Altofonte (PA) – Responsabile: Past. Antonio Scherma
  • Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale – C.da Colluzzo – Lascari (PA) – Responsabile: Past. Ciraulo Vincenzo
  • Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale – C.da Surufo (presso famiglia Scelfo) – Castelbuono (PA) -Responsabile: Anziano Giuseppe Scelfo
  • Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale – Via Giorgio La Pira,10 – Termini Imerese (PA) – Responsabile: Past. Mario Di Paola
  • Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale “Cristo Risorto” – Via Andrea D’Antoni, 28 (trav. Viale Michelangelo) Palermo – Responsabile: Past. Giuseppe Zarcone e Maria Anna Giannilivigni
  • Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale “YAHWEH SHAMMAH” – Via Ruggero Loria, 50 (Palermo) – Responsabile: Past. Pietro Pisa
  • Chiesa Cristiana Pentecostale Internazionale – Via Agrigento, 29/A – Villabate (PA) – Responsabile: Past. Ettore Santelmo
  • Chiesa dei fratelli – Via Giuseppe Maielli, 56/58 (Palermo) – Responsabile: Anziano Davide Casà
  • Congregazione Cristiana Pentecostale – Via Stadio,28 – Pachino (SR) – Responsabile: Past. Antonino Rocca
  • Evangelo dei Miracoli – Via Tommaso Aversa, 135 – Palermo – Responsabile: Past. Elio Riccobono
  • Missione Cristiana “Tempo di restauro” – Via Pandolfini, 4 (Palermo) – Responsabile: Past. Aldo Carbone

Ma vogliamo che sappiate soprattutto che Daniele Guadagnino è Antitrinitariano (ascoltate questo suo sermone dal titolo ‘Tre manifestazioni dell’amore di Dio’ in questi punti 13:45 – 14:15; 32:30 – 34:20), e che tra le Chiese partecipanti ce ne sono diverse che sono ANTITRINITARIANE, cioè che rigettano la dottrina della Trinità, che è una dottrina biblica fondamentale.

Quelle che abbiamo potuto appurare essere ANTITRINITARIANE sono le seguenti (ma non escludiamo che nel gruppo ce ne possano essere altre):

  1. Ass. Evang. Chiesa dei Cristiani Onlus – Via Generale Pietro Maravigna, 4, (Palermo) – Past. Emanuele Gambino
  2. Chiesa Cristiana Evangelica Jeshua – Via Pietratagliata, 90 (entrata da via Louis Braille, 3) Palermo – Responsabile: Past. Enzo Chinnici
  3. Chiesa Cristiana Evangelica Internazionale – Via Trieste, 61 – Belmonte, Mezzagno (PA)- Responsabile: Past. Realbuto Giuseppe
  4. Chiesa Cristiana Evangelica Internazionale – Via Regione Siciliana, 127 – Caccamo (PA) – Responsabile: Past. Ippolito Pietro
  5. Chiesa Cristiana Evangelica Internazionale – Via Maria Regina di Sicilia, 23, (Piazza Torrelunga) Palermo – Responsabile: Past. Tevere Salvatore
  6. Missione Cristiana “Tempo di restauro” – Via Pandolfini, 4 (Palermo) – Responsabile: Past. Aldo Carbone

Che cosa vediamo dunque per l’ennesima volta? Che credenti che accettano la Trinità non ritengono di doversi astenere da ogni collaborazione con i ‘Gesù solo’ che rigettano questa importante e fondamentale dottrina considerandola una eresia. Il cui rigetto, vi ricordo, implica da parte dei ‘Gesù solo’ anche un sovvertimento della dottrina sulla salvezza.

Leggete questo mio scritto confutatorio per capire le eresie dei ‘Gesù solo’.

Concludo dicendo a quelle Chiese Evangeliche Trinitariane che hanno deciso di partecipare a questo evento organizzato da ANTITRINITARIANI: ‘Ravvedetevi, ravvedetevi’.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Aggiornamento del 15 Maggio 2011

Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2011/05/14/pentecostali-trinitariani-e-antitrinitariani-assieme-a-palermo/

_______________________________________________________________________________

Per approfondire le false dottrine degli Antitrinitariani puoi leggere il libro gratuito in PDF:

Le Chiese Antitrinitarie (I ‘Gesù solo’) e i Branhamiti

Oppure andare al Link:

http://www.sentieriantichi.org/temi caldi/trinita.html

_______________________________________________________________________________

Articoli correlati:

● L’antitrinitariano Pietro Zanca

● La tenda ‘Cristo è la Risposta’ e la sua collaborazione con gli antitrinitariani

● La Trinità non è più tra le dottrine fondamentali per la Tenda ‘Cristo è la risposta’

● Dialogo con un antitrinitariano che afferma che Dio al momento della creazione parlava con gli angeli…


Articoli correlati da Link esterni:

Lettera di Daniele Guadagnino

Pastore antitrinitariano sulla TBNE!

Attenzione a sito antitrinitariano

Le Chiese Pentecostali Antitrinitarie (I ‘Gesù solo’) e i Branhamiti



Share

19 Mag 2011 Posted by | "Gesù solo", "Unitariani" o "Antitrinitariani", Antitrinitariani, C.C.E.I.P., C.C.E.I.P. Palermo, Daniele Guadagnino, Dottrine False, Eresie, False dottrine | Lascia un commento

● Sinodo Luterano: Sì alla benedizione delle coppie omosessuali

I sacerdoti Luterani Omosessuali Lars Gårdfeldt e Lars Arnell

Contro i perversi e vani ragionamenti fatti da alcune Chiese Evangeliche a favore dell’omosessualità…

(118 minuti – mp3)

__________________________________

Roma, 14 maggio 2011 (NEV-CS23) – “Siamo contenti ed orgogliosi di quella che possiamo definire una decisione storica per la nostra chiesa e che speriamo possa essere uno stimolo per ravvivare la discussione su questi temi nella società italiana”.

Così si è espresso il pastore Holger Milkau, decano della Chiesa evangelica luterana in Italia (CELI), immediatamente dopo la votazione con cui il Sinodo dei luterani italiani ha espresso il proprio sì definitivo alla benedizione di unioni di vita non tradizionali, etero ed omosessuali. I 54 sinodali, riuniti a Roma, presso Villa Aurelia, dal 12 al 15 maggio, hanno infatti approvato a larghissima maggioranza il documento stilato dalla Commissione sinodale istituita lo scorso anno, nel quale si afferma che “l’omosessualità fa parte delle espressioni della sessualità, quindi rappresenta una condizione naturale”.

Per questo “la condanna morale dell’omosessualità non può essere in nessun modo giustificata”. Nemmeno, e a maggior ragione, nella chiesa.

“La benedizione delle unioni di vita non tradizionali riguarda le coppie sia etero che omosessuali – sottolinea la presidente del Sinodo Christiane Groeben, che ha anche condotto i lavori della Commissione sulle benedizioni -. Riteniamo infatti che il compito della chiesa sia quello di accompagnare i cristiani nel loro percorso di vita ascoltando la Parola di Dio e osservando i cambiamenti sociali. E quello che osserviamo è che nel campo delle relazioni umane esiste una molteplicità di comunioni di vita, comprese quelle omosessuali, vissute in maniera responsabile e basate sulla volontarietà, sulla continuità e la fiducia, verso cui la chiesa ha delle responsabilità pastorali che non può eludere”.

Il documento approvato distingue tra matrimonio e benedizione; una distinzione che però non diminuisce l’importanza di quest’ultima che rappresenta lo sguardo amorevole che Dio volge verso chi si incammina in percorso di vita comune, indipendentemente dal proprio orientamento sessuale. Nel testo sono poi definiti tre requisiti per la cerimonia di benedizione: uno dei due partner della coppia deve essere luterano o appartenere a una chiesa sorella; è necessario il consenso della presidenza della chiesa locale interessata; ed, infine, il consenso del pastore titolare della comunità.

“Questo documento ha un grande valore per noi – ha voluto sottolineare il decano Milkau – per due motivi. In primo luogo è il risultato di un anno di discussioni nelle diverse chiese locali, un processo di confronto e dibattito che ha garantito il formarsi di un sostanziale consenso nella chiesa. In secondo luogo, esso sarà il contributo della CELI al percorso di riflessione su ‘Matrimonio, famiglia e omosessualità’ avviato dalla Federazione luterana mondiale (FLM) nel 2007 e che si concluderà l’anno prossimo.

Il Sinodo prosegue i lavori questa sera e si concluderà domani mattina con un culto presso la Christuskirche di via Sicilia 70.

Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2011/05/14/sinodo-luterano-si-alla-benedizione-delle-coppie-omosessuali/

_______________________________________________________________________________

Lutero contro i luterani.

Vediamo cosa ha detto Martin Lutero su l’omosessualità:

Martin Luther correctly identifies homosexuality with the sin of Sodom. Commenting on Genesis 19:4-5 he writes:

“I for my part do not enjoy dealing with this passage, because so far the ears of the Germans are innocent of and uncontaminated by this monstrous depravity; for even though disgrace, like other sins, has crept in through an ungodly soldier and a lewd merchant, still the rest of the people are unaware of what is being done in secret. The Carthusian monks deserve to be hated because they were the first to bring this terrible pollution into Germany from the monasteries of Italy”. (Luther’s Works, Vol. 3, 251-252)

And then in the same section of the Genesis lecturers, Luther refers to:

“The heinous conduct of the people of Sodom ” as “extraordinary, inasmuch as they departed from the natural passion and longing of the male for the female, which is implanted into nature by God, and desired what is altogether contrary to nature. Whence comes this perversity? Undoubtedly from Satan, who after people have once turned away from the fear of God, so powerfully suppresses nature that he blots out the natural desire and stirs up a desire that is contrary to nature”. (Luther’s Works, Vol. 3, 255)

Come si può vedere, Lutero è del tutto contrario a quello che pensano questi luterani.

_______________________________________________________________________________

“Guai a quelli che chiaman bene il male, e male il bene, che mutan le tenebre in luce e la luce in tenebre, che mutan l’amaro in dolce e il dolce in amaro! Guai a quelli che si reputano savi e si credono intelligenti!” (Isaia 5:20-21)

_______________________________________________________________________________

Articoli correlati:

● Contro i perversi e vani ragionamenti fatti da alcune Chiese Evangeliche a favore dell’omosessualità

● Marco Bouchard parla della decisione del Sinodo Valdese di benedire le coppie omosessuali

● Remo Cristallo, presidente della Federazione delle Chiese Evangeliche Pentecostali (FCP): la decisione del Sinodo Valdese di benedire le coppie omosessuali va rispettata ma non condivisa

● Lettera di Remo Cristallo e risposta di Giacinto Butindaro

● Lettera aperta ai membri della Federazione delle Chiese Pentecostali


Articoli correlati da Link esterni:



Share

15 Mag 2011 Posted by | Chiesa Luterana, Comportamenti abominevoli davanti a Dio, Comportamenti sconvenienti, Eresia, Eresie, Omosessualità, Sinodo Luterano | Lascia un commento

● Lutero e Calvino sostenevano la perpetua verginità di Maria

Fratelli nel Signore, voglio che sappiate che i riformatori Martin Lutero (1483-1546) e Giovanni Calvino (1509-1564 ) sostenevano – come fanno i Cattolici Romani – la perpetua verginità di Maria, la madre di Gesù. E difatti i Cattolici Romani questo lo sanno e lo fanno notare, come su questo sito per esempio:

Lutero addirittura sosteneva pure l’immacolata concezione di Maria, molto tempo prima quindi che ciò diventasse dogma nella Chiesa Cattolica Romana, infatti egli disse:

‘E’ una credenza dolce e pia che l’infusione dell’anima di Maria fu effettuata senza peccato originale, cosicché nella stessa infusione della sua anima ella fu anche purificata dal peccato originale e adornata di doni di Dio, ricevendo un’anima pura infusa da Dio; perciò dal primo momento che ella cominciò a vivere, ella fu libera da ogni peccato’ (Sermone: ‘Sul giorno della concezione della Madre di Dio’, 1527),

ed anche:

‘Ella è piena di grazia, viene dichiarata essere completamente senza peccato – qualcosa di estremamente grande. Perchè la grazia di Dio la riempie di ogni cosa buona e la rende priva di ogni male’ (Libro di Preghiera Personale (‘Piccolo’), 1522). [1]

L’eminente studioso Luterano Arthur Carl Piepkorn (1907-73) ha confermato che Lutero credeva nell’Immacolata concezione di Maria persino da ‘Protestante’.

Lutero errava grandemente in questo, perché la Scrittura insegna che anche Maria, come qualunque altro essere umano eccetto Gesù Cristo, è nata nel peccato.

“Tutti hanno peccato” (Romani 3:23), dice Paolo, e perciò tra quel ‘tutti’ c’è anche Maria, e questo perché il peccato tramite Adamo è entrato nel mondo ed è passato su tutti gli uomini. Dice sempre Paolo: “…. con un sol fallo la condanna si è estesa a tutti gli uomini… ” (Romani 5:18).

E che sia così, cioè che anche Maria non nacque esente dal peccato, lo confermò lei stessa quando nel suo cantico che innalzò a Dio in casa di Zaccaria riconobbe che Dio era il suo Salvatore dicendo: “L’anima mia magnifica il Signore, e lo spirito mio esulta in Dio mio Salvatore” (Luca 1:46,47).

Come avrebbe infatti Continua a leggere

15 Mag 2011 Posted by | Giovanni Calvino, Maria madre di Gesù, Martin Lutero, Varie | Lascia un commento

● Lista di eresie insegnate da Giovanni Luzzi

Lista di eresie insegnate da Giovanni Luzzi:

1) Gesù Cristo non tornerà in maniera visibile e gloriosa sulle nuvole del cielo perché in realtà egli è già tornato.

Giovanni Luzzi (1856-1948), già professore alla Facoltà Teologica valdese di Roma e conosciuto da noi come colui che ha diretto la commissione stabilita per compiere la revisione della versione Diodati (conosciuta come la Riveduta) ha affermato sul ritorno di Cristo quanto segue:

‘Gesù predisse che, dopo avere lasciato questa terra, sarebbe tornato (…) Quando sarebb’egli tornato? Gesù lo disse: durante la vita della generazione in mezzo alla quale si trovava (…) In qual modo sarebb’egli tornato? Secondo i Sinottici Gesù avrebbe descritto il modo del suo ritorno con un linguaggio vivido, immaginoso, apocalittico, tolto ad imprestito dai profeti dell’Antico Testamento. Matteo e Marco si somigliano molto nel loro linguaggio. Luca ha anch’egli parte dello stesso linguaggio, ma aggiunge altri elementi descrittivi, che non sono di codesta natura. Un fatto qui colpisce; ed è appunto il tono apocalittico di questa predizione; tono che non ha riscontro in alcun altro discorso di Gesù. Come spiegarla questa differenza? Io me la spiego così: il tono non è di Cristo, ma degli scrittori che ci tramandarono i detti di lui, rivestendo le espressioni piane, semplici del Maestro, con le immagini apocalittiche così care alla gente di quei tempi. La cosa certa è che Gesù era sicuro che sarebbe tornato, in un modo o in una altro, nel suo Regno, e che vi sarebbe tornato quanto prima. Nel Vangelo di Giovanni, la predizione del ritorno di Cristo è tanto chiara quanto nei Sinottici, però il tono è differente, e la venuta ch’esso annunzia è tutta di un altro genere. Gesù, infatti, vi parla di una presenza spirituale tra i suoi e nel mondo. A volte chi è presente è lo Spirito Santo; altre volte, è Gesù stesso, e una volta è il Padre con Gesù. Cotesta presenza spirituale, asseriva Gesù, sarebbe stata impossibile finch’egli fosse rimasto sulla terra; non poteva cominciare che dopo la dipartenza di lui, e in seguito alla discesa dello Spirito Santo. Nell’atto d’accomiatarsi dai suoi, ei diceva: ‘Non vi lascerò orfani; tornerò a voi. Fra poco il mondo non mi vedrà più, ma voi mi vedrete’. ‘Quel giorno’, il gran giorno, era imminente; doveva spuntare in breve, ‘fra poco’; e in quel giorno, fra il Maestro e i discepoli si sarebbero stabilite delle relazioni nuove, profonde, intime, per le quali le parole di Gesù ‘io in voi’ ‘voi in me’ avrebbero cessato d’essere delle frasi misteriose, per diventare dei fatti d’una santa esperienza interiore. Così, nei Sinottici, la venuta che Gesù predisse è la venuta imminente di un Re e di un Giudice; venuta intimamente connessa con la caduta di Gerusalemme, e descritta nello smagliante stile apocalittico come una apparizione visibile. Nel Vangelo di Giovanni, invece, è una venuta più imminente ancora che nei Sinottici, ma invisibile, e destinata a diventare una dimora spirituale di Cristo fra il suo popolo e nel mondo’ (Giovanni Luzzi, La religione cristiana secondo la sua fonte originaria, Roma 1939, pag. 338, 339, 340)

Quindi per Luzzi i credenti antichi si sbagliarono nell’aspettare un ritorno visibile di Cristo?

Certo: ecco cosa dice infatti più avanti: Continua a leggere

15 Mag 2011 Posted by | Eresie, False dottrine, Falsi insegnamenti, Giovanni Luzzi | Lascia un commento

● Darlene Zschech e gli Hillsong con i Cattolici Romani alla Giornata Mondiale della Gioventù

Darlene Zschech e la famosa band musicale evangelica Hillsong (Pentecostali di origine Australiana) si sono esibiti durante La Giornata Mondiale della Gioventù (GMG), organizzata dalla Chiesa Cattolica Romana e a cui ha partecipato Benedetto XVI, che si è tenuta a Sydney (Australia) nel luglio 2008.

Eccoli qua mentre si esibiscono in quell’occasione:

D’altronde la signora Darlene in una intervista del 2004 rilasciata alla rivista Christianity Today, ha affermato che lei si trova a suo agio ‘nella Chiesa Cattolica, nella Chiesa Unita, nella Chiesa Anglicana, e in molte altre chiese’ (‘Zschech, Please,’ June 4, 2004). Da: http://www.practicalbible.com/

La cantante Darlene avrebbe affermato a riguardo di questa giornata mondiale della gioventù:

‘Noi vediamo La Giornata Mondiale della Gioventù come una grande opportunità di servire la Chiesa Cattolica nella sua visione di presentare il vangelo e raggiungere la nostra città, la nostra nazione e il nostro mondo nell’unità’ (‘We see World Youth Day as a great opportunity to serve the Catholic Church in its vision to present the gospel and reach out to our city,our nation and our world in unity.”). Da: http://justtomakeyouthink.blogspot.com/

Attorno al minuto 4:45 di questo altro video si può vedere il concerto musicale di quella giornata a cui parteciparono anche gli Hillsong.

In questo video Darlene Zschech e l’Hillsong Worship Team quando sono stati a Roma nel 2007 (al minuto 4:45 ascoltate un suo accenno all’ecumenismo).

Attenzione, fratelli, perchè il diavolo sta usando anche cantanti e gruppi musicali cristiani evangelici per introdurre l’ecumenismo con la Chiesa Cattolica Romana in seno alla fratellanza, e quindi corrompere i santi. Ricordatevi che la Bibbia dice:

“Non vi mettete con gl’infedeli sotto un giogo che non è per voi; perché qual comunanza v’è egli fra la giustizia e l’iniquità? O qual comunione fra la luce e le tenebre? E quale armonia fra Cristo e Beliar? O che v’è di comune tra il fedele e l’infedele? E quale accordo fra il tempio di Dio e gl’idoli? Poiché noi siamo il tempio dell’Iddio vivente, come disse Iddio: Io abiterò in mezzo a loro e camminerò fra loro; e sarò loro Dio, ed essi saranno mio popolo. Perciò Uscite di mezzo a loro e separatevene, dice il Signore, e non toccate nulla d’immondo; ed io v’accoglierò, e vi sarò per Padre e voi mi sarete per figliuoli e per figliuole, dice il Signore onnipotente” (2 Corinzi 6:14-18).

State dunque alla larga da questi cantanti e gruppi musicali ecumenici.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2011/05/14/darlene-zschech-e-gli-hillsong-con-i-cattolici-romani-alla-giornata-mondiale-della-gioventu/

_____________________________________________________________

Per approfondire le false dottrine della Chiesa Cattolica Romana puoi leggere il libro gratuito in PDF:

La Chiesa Cattolica Romana

________________________________________________________________________

Articoli correlati:

● Pastori Evangelici Ecumenici… Guardatevi da costoro!

● Contro l’ecumenismo con la Chiesa Cattolica Romana

● Occorre “ricercare” l’unità dei cristiani… un’altra menzogna del diavolo!

● Documento voluto da papa Ratzinger “L’unica chiesa di Cristo è quella cattolica”

● Lista di alcuni “anatema” mai revocati dal Cattolicesimo Romano…

● Ero un sacerdote cattolico… poi conobbi la verità che mi fece libero



15 Mag 2011 Posted by | Benedetto XVI, Comportamenti disordinati, Comportamenti sconvenienti, Darlene Zschech, Ecumenismo, Hillsong, Mondane concupiscenze, Papa Benedetto XVI, Pastori ecumenici | Lascia un commento

● … Ma tu guarda solo a Gesù

Noi guardiamo a Gesù: e tu?

(111 minuti – mp3)

__________________________

“Siate miei imitatori, fratelli, e RIGUARDATE A COLORO che camminano secondo l’esempio che avete in noi.” (Filippesi 3:17)

__________________________

Fratelli nel Signore, quante volte dopo che avete visto qualcuno che vi ha scandalizzato e l’avete fatto notare al pastore, questi vi ha rivolto queste parole: “Tu devi guardare solo a Gesù, non devi guardare al fratello o alla sorella!”.

E così, le opere scandalose o le parole insensate di colui che vi ha scandalizzato è passato nel dimenticatoio senza subire nessuna conseguenza, senza essere né ripreso né disciplinato in alcun modo.

Talvolta ciò è avvenuto anche per opere scandalose compiute dal pastore, o ha pronunciato parole insensate, e allora, dopo che tu l’hai fatto notare, la voce contro di te è divenuta più forte: Guarda SOLO a Gesù; gli uomini sbagliano, solo Gesù non ha sbagliato mai”.

Ciò è vero, tuttavia è necessario fare determinate considerazioni a tal riguardo, al fine di capire bene come ci si debba comportare in certe occasioni.

Vero è che dobbiamo guardare a Gesù Cristo, che è la PAROLA DI DIO; quindi, noi dobbiamo guardare alle sacre Scritture per conoscere come si è comportato Gesù, affinché noi gli rassomigliamo e cerchiamo di fare le medesime cose che Lui ha fatto e detto.

È appunto guardando a Gesù Cristo, che è la Parola di Dio, che vediamo che Egli ha confutato gli errori dei farisei, tra le cui cose sbagliate che facevano c’era quella di annullare i comandamenti di Dio e li sostituivano con le loro tradizioni e i precetti d’uomini (cfr Marco 7:6-13).

Poi ha confutato gli errori dottrinali dei sadducei (cfr Matteo 22.23), degli erodiani (cfr Marco 12:13-17) e di altri.

Dunque, se Gesù ha confutato gli errori dottrinali di coloro che sbagliavano, allora, io che devo GUARDARE SOLO A GESU’, per cercare di assomigliargli e fare ciò che Lui ha fatto, quando mi avvedo che taluni sbagliano la predica e gli insegnamenti, devo pure io confutarli. Tali cose s’imparano GUARDANDO SOLO A GESU’.

È scritto:

“Siate dunque imitatori di Dio, come figliuoli suoi diletti” (Efesini 5:1)

Gesù è Dio, quindi devo essere imitatore di Dio imitando Gesù, e siccome Gesù ha confutato coloro che insegnavano delle false dottrine, allora devo anch’io provvedere alla confutazione di tutti quei fratelli che predicano degli insegnamenti eretici, sbagliati, non dottrinali, dannosi per i santi.

Siccome Gesù era pieno d’amore ed ha confutato chi sbagliava, anche chi confuta oggi per IMITARE Gesù lo fa per amore, prima verso la Verità della Parola di Dio; secondo per amore dei santi, perché le false dottrine danneggiano spiritualmente i fratelli ed io non voglio assolutamente che i fratelli siano danneggiati da insegnamenti eretici e sbagliati.

Voi, fratelli, se volete che i santi subiscano dei danni spirituali, state pure zitti e non dite niente, ma facendo così sappiate che non state facendo come ha fatto Gesù, e non state neanche manifestando amore verso i fratelli. Guardate sì a Gesù, ma non fate quello che Gesù ha fatto, quindi è del tutto inutile RIGUARDARE al nostro duce e perfetto esempio di fede e poi non agire e non parlare come Lui ha fatto.

Un’altra cosa che vediamo guardando a Gesù è che quando c’è stato da sgridare qualcuno lo ha fatto senza timore. Infatti, quando Pietro ha sbagliato a parlare e non ha parlato secondo il senso delle cose di Dio, Gesù lo ha ripreso severamente, infatti sta scritto:

“Ma Gesù, rivoltosi, disse a Pietro: Vattene via da me, Satana; tu mi sei di scandalo. Tu non hai il senso delle cose di Dio, ma delle cose degli uomini.” (Matteo 16:23)

Come avete letto, Gesù ha ripreso Pietro, ma per questo era privo d’amore? Così non sia, perché è appunto per amore verso di lui che lo ha ripreso.

E ancora, Gesù non ci ha pensato tante volte, per amore della verità e per lo zelo della casa di Suo Padre, a sgridare e cacciare via i trafficanti del Tempio:

“Or la Pasqua de’ Giudei era vicina, e Gesù salì a Gerusalemme. E trovò nel tempio quelli che vendevano buoi e pecore e colombi, e i cambiamonete seduti. E fatta una sferza di cordicelle, scacciò tutti fuori del tempio, pecore e buoi; e sparpagliò il danaro dei cambiamonete, e rovesciò le tavole; e a quelli che vendeano i colombi, disse: Portate via di qui queste cose; non fate della casa del Padre mio una casa di mercato. E i suoi discepoli si ricordarono che sta scritto: Lo zelo della tua casa mi consuma.” (Giovanni 2:13-17)

Oggi, invece, secondo taluni sviati quanto alla fede e alla verità di Dio, vedendo che nel seno della Chiesa si fa commercio di tante cose, vendendo libri inutili e talvolta anche ANTI-CRISTIANI, oggetti di vario genere, noi dovremmo starcene zitti senza opporci a tale commercio? Ma se stiamo zitti non assomiglieremo a Gesù, quindi sarebbe del tutto inutile che noi guardassimo SOLO A GESU’ e poi non facessimo ciò che ha fatto Gesù.

In mezzo al seno della Chiesa di Cristo si fa del commercio, infatti, come lo chiamereste voi questa operazione: “si acquistano prodotti vari ad un prezzo SCONTATO, per poi RIVENDERLO ai credenti della comunità a PREZZO PIENO?”

Come si chiama questa operazione? Non è forse COMMERCIO?

Chiedete un po’ ai commercianti del mondo per sapere come si fa commercio e vedrete che nella Chiesa di Dio ciò che avviene non differisce per nulla dalle operazioni commerciali dei pagani.

Anche se il PREZZO viene indicato nelle etichette con il NOME: “CONTRIBUTO”, non ne fa cambiare la sostanza, sempre PREZZO rimane, con la differenza che in questo caso si sta prendendo in giro i santi e si disprezzano, perché li si prende come degli allocconi creduloni, credendo di ingannarli cambiando la parola “PREZZO” con la parola “CONTRIBUTO”.

Considerato tutto ciò, allora, come dobbiamo comportarci per assomigliare a Gesù Cristo e GUARDARE SOLO A LUI?

Per rassomigliare a Gesù noi dobbiamo denunciare in mezzo alla Chiesa queste cose e mostrare il nostro dissenso, nientemeno come fece Gesù, con amore, ma anche con fermezza.

Ora gettiamo uno sguardo anche sugli apostoli, perché essi sapevano che dovevano imitare Gesù in ogni cosa e dovevano GUARDARE SOLO A LUI, pertanto, avendo imparato da Lui hanno praticato gli insegnamenti che hanno ricevuto e così hanno insegnato nelle chiese, oltre che averli scritti nelle loro epistole ispirate dallo Spirito santo.

Non solo Gesù sgridò Pietro, ma pure Paolo lo sgridò, lo dice nella lettera ai Galati, e lo ha ripreso DAVANTI A TUTTI, e lo fece per amore verso lui e soprattutto verso la fratellanza e la verità della Parola di Dio.

Sta scritto:

“Ma quando Cefa fu venuto ad Antiochia, io gli resistei in faccia perch’egli era da condannare. Difatti, prima che fossero venuti certuni provenienti da Giacomo, egli mangiava coi Gentili; ma quando costoro furono arrivati, egli prese a ritrarsi e a separarsi per timor di quelli della circoncisione. E gli altri Giudei si misero a simulare anch’essi con lui; talché perfino Barnaba fu trascinato dalla loro simulazione. Ma quando vidi che non procedevano con dirittura rispetto alla verità del Vangelo, io dissi a Cefa in presenza di tutti: se tu, che sei Giudeo, vivi alla Gentile e non alla giudaica, come mai costringi i Gentili a giudaizzare?”(Galati 2:11-14)

L’apostolo Paolo avendo scritto queste parole: “Siate miei imitatori, come anch’io lo sono di Cristo.” (1 Corinzi 11:1), ci fa comprendere che anche gli apostoli sono da imitare, perché a loro volta hanno imitato Cristo, nella stessa maniera anche noi imitando la loro condotta e credendo nei loro insegnamenti diventiamo imitatori di Gesù Cristo.

Diletti nel Signore, se avete letto le Scritture del Nuovo Testamento, in particolare le epistole degli apostoli, avrete certamente letto che gli apostoli hanno imitato Gesù Cristo, la sua condotta e il suo parlare, avrete sicuramente letto che essi continuamente hanno sgridato, esortato, ripreso, insegnato, ammonito e persino messo nelle mani di Satana certi disubbidienti; di conseguenza, anche noi, per essere imitatori degli apostoli, i quali sono stati imitatori di Gesù, possiamo, anzi dobbiamo: ‘riprendere, sgridare ed esortare i santi’, con amore, perché così dicono le Scritture.

Infatti è scritto che i santi si devono esortare a vicenda, gli uni gli altri, e tra essi sono compresi anche i pastori, perché anche i pastori vanno esortati, consolati e edificati, ma badate bene, se sono disubbidienti e indolenti vanno esortati alla verità e alla sana dottrina e ad un maggiore impegno, altrimenti che cambino MESTIERE.

A tal proposito sta scritto:

“E facciamo attenzione gli uni agli altri per incitarci a carità e a buone opere, non abbandonando la nostra comune adunanza come alcuni son usi di fare, ma esortandoci a vicenda; e tanto più, che vedete avvicinarsi il gran giorno.” (Ebrei 10:24,25)

Questo è un passo molto conosciuto, ma ne vengono citate solo alcune parole, quelle che fanno comodo, ma quelle che parlano CHE I SANTI DEVONO ESORTARSI A VICENDA non vengono quasi mai citate, perché sono parole SCOMODE PER I PASTORI, i quali non vogliono essere RIPRESI NE’ ESORTATI da nessuno. E molti di voi, fratelli, non vi siete PREMURATI DI ANDARE A LEGGERLE NELLE SCRITTURE, quindi, siete caduti in errore e vi siete fatti trascinare per una via che non è quella che il Signore vuole per i suoi figlioli.

Per concludere, fratelli nel Signore, è conforme alla volontà di Dio che i santi GUARDINO SOLO A GESU’, ma è importante ricordare che non dobbiamo essere solo degli ascoltatori o persone che RIGUARDANO ALLA PAROLA DI GESU’ ma poi non la mettono in pratica.

Vi esorto, quindi, cari nel Signore, attraverso le parole dell’apostolo Giacomo, ad essere non solo uditori della Parola, a non guardare soltanto a Gesù, ma DI ESSERE FACITORI DELLA PAROLA e a fare le medesime cose che ha fatto il Signore nostro Gesù Cristo.

Giacomo lo ha detto con queste parole:

“Ma siate facitori della Parola e non soltanto uditori, illudendo voi stessi. Perché, se uno è uditore della Parola e non facitore, è simile a un uomo che mira la sua natural faccia in uno specchio; e quando s’è mirato se ne va, e subito dimentica qual era. Ma chi riguarda bene addentro nella legge perfetta, che è la legge della libertà, e persevera, questi, non essendo un uditore dimentichevole ma facitore dell’opera, sarà beato nel suo operare.” (Giacomo 1:22-25)

Sarete beati, fratelli, nel caso in cui non soltanto guardate a Gesù e gli apostoli, ma se voi diventate imitatori di Gesù e degli apostoli, perché questa è la volontà di Dio.

Quando vi dicono di guardare solo a Gesù, non alzate i vostri occhi al cielo, ma gettateli sul tavolo sulla Bibbia, che è la Parola di Dio, e studiatela, studiatela e ancora STUDIATELA, perché in essa è presente tutto ciò che i santi devono sapere e che devono praticare per piacere al Signore.

Che Dio apra la mente e i cuori di tutti i santi, affinché diventino dei VERI IMITATORI di Cristo Gesù. A Dio sia la gloria, l’onore e la lode nei secoli dei secoli. Amen!

Salvato per grazia mediante la fede in Cristo Gesù: Giuseppe Piredda

___________________________________________________________________

“Da questo conosciamo che siamo in lui (Gesù): chi dice di dimorare in lui, deve, nel modo ch´egli camminò, camminare anch´esso.”

(1° Giovanni 2:6)

___________________________________________________________________

Articoli correlati:

● Sarete odiati da tutti a cagion del mio nome…



Share

12 Mag 2011 Posted by | Esortazioni, False dottrine, Falsi insegnamenti, Guardare Gesù, Insegnamenti, Paraocchi | Lascia un commento

● Alcune ragioni sul perchè ci sono dei bambini che nascono malati o con gravi disfunzioni fisiche



Perchè ci sono dei bambini che nascono malati o con gravi disfunzioni fisiche

(94 minuti – mp3)


______________________________


“Come mai ci sono dei bambini che nascono con delle malattie ed anche con gravi disfunzioni fisiche?”

Ora, le ragioni per cui un bambino nasce malato o con deficienze fisiche possono essere le seguenti.

La prima è che sia una punizione di Dio, infatti Dio dice:

“io punisco l’iniquità dei padri sui figliuoli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano” (Es. 20:5).

Ovviamente tu dirai: ‘Come può un Dio così buono e misericordioso colpire il figlio di qualcuno per un suo misfatto personale?’ Bene, ricordati che Dio è anche giusto e fa mietere ad ognuno il frutto della sua malvagità. Tu sai per esempio che ci sono alcuni che in virtù di alcuni loro vizi contro natura mettono al mondo dei figli con l’AIDS; non pensi che ciò sia la conseguenza dell’iniquità dei genitori? Ma Continua a leggere

10 Mag 2011 Posted by | Giudizi di Dio, Insegnamenti, Matrimoni fra consanguinei, Punizione Divina, Unioni illecite | Lascia un commento

● Il M.A.D. e l’adire alle vie legali contro i diffamatori dei ministri di culto

Il M.A.D. e l’adire alle vie legali contro i diffamatori dei ministri di culto
(104 minuti – MP3)

____________________

Nello Statuto dell’Ente di culto M.A.D., che sta per Ministero Assemblee di Dio, con sede a Napoli (e il cui comitato esecutivo è composto dal Moderatore Vincenzo D’Avanzo, dal segretario Edoardo Piacentini, dal Tesoriere Luca Sala, e dal componente Ciro Piccolo), e che in base a quello che si legge sul loro sito è ‘una comunione spirituale, cristiana e fraterna di Ministri, servitori dell’evangelo come Paolo, l’apostolo, che lo era anche della chiesa; “al prezzo di molte sofferenze, egli lavorava e combatteva per lei, e annunciava i divini misteri, nascosti ai savi e agli intelligenti, ma rivelati al più giovane credente” ‘, ed anche ‘servizio a Dio, cooperazione secondo l’ufficio dato da Dio a ciascuno dei suoi per annunziare nella sua pienezza la Parola di Dio’, si legge che l’Ente di culto M.A.D. si propone tra le altre cose

‘la tutela sulla diffamazione verso i ministri di culto aderenti, onde salvaguardare la loro reputazione e la loro onorabilità, stabilendo anche di adire a vie legali’ (Statuto M.A.D., articolo 7. 1 – http://www.ministeroad.org/).

Ora, fratelli, come potete ben vedere, nello statuto di questo Ente di culto, si legge espressamente che esso si propone di querelare coloro che diffamano i ministri di culto che aderiscono al M.A.D., che in base alle loro stesse parole sono servitori dell’evangelo come l’apostolo Paolo che in base all’ufficio dato da Dio a ciascuno di essi annunziano la Parola di Dio nella sua pienezza.

Ma questo loro proposito è assolutamente contrario alla dottrina di Dio, e adesso ve lo dimostro.

Innanzi tutto spieghiamo cosa significa ‘diffamare’, per coloro che non lo sanno.

Diffamare significa: ‘Nuocere alla reputazione di qualcuno diffondendo maldicenze sul suo conto’, in altre parole significa calunniarlo, cioè accusarlo falsamente. Continua a leggere

8 Mag 2011 Posted by | Adire a vie legali, Ciro Piccolo, Comportamenti disordinati, Comportamenti sconvenienti, Edoardo Piacentini, Luca Sala, M.A.D., Ministero assemblee di Dio, Pastori ecumenici, Querelare, Tribunali, Vincenzo D'Avanzo | Lascia un commento

● Tutti i libri di Giacinto Butindaro in formato ePub






Fratelli nel Signore, sono lieto di comunicarvi che i libri del fratello Giacinto Butindaro sono ora disponibili anche in formato ePub [1].

Ringrazio Dio che ha messo in cuore a suo fratello Illuminato di fare questo lavoro di conversione che contribuirà certamente a diffondere il Vangelo e la sana dottrina.

_________________________________

Per scaricarli cliccate sui seguenti link:

  1. Domande e Risposte
  2. Quello che crediamo e insegniamo
  3. Insegnamenti ed Esortazioni
  4. La santificazione
  5. Pensieri….
  6. Messaggi per chi ancora non conosce Dio
  7. Confutazione del libro di Tommaso Heinze ‘La Bibbia e il Movimento Pentecostale’
  8. Il New Age
  9. La Chiesa Cattolica Romana
  10. I Testimoni di Geova
  11. I Mormoni
  12. Gli Avventisti del Settimo Giorno
  13. Le Chiese Pentecostali Antitrinitarie (I ‘Gesù solo’) e i Branhamiti
  14. I Pentecostali ‘Zaccardiani’
  15. Contro il Satanismo
  16. Contro lo Statuto e il Regolamento Interno delle ADI
  17. La Chiesa dell’Unificazione
  18. Le ADI hanno manipolato i libri di Charles Spurgeon
  19. Le ADI hanno manipolato ‘Le Dottrine della Bibbia’ di Myer Pearlman
  20. In difesa della sovranità di Dio (contro l’attacco sferratogli dalle ADI)
  21. Contro lo spiritismo e l’astrologia
  22. Dio castiga, eccome se castiga

_______________________________________________

Ecco il secondo gruppo di libri trasformati in formato ePub pronti per essere letti su iPad, iPhone, iPod touch, iRiver, Nook, e molti altri lettori di documenti ePub.

Si tratta di una straordinaria raccolta di testimonianze cristiane che vi invito a leggere e che certamente contribuirà alla vostra edificazione spirituale.

  1. Testimonianze (volume I)
  2. Testimonianze (volume II)
  3. Liberato dalle potenze delle tenebre
  4. Morte di un guru

_______________________________________________

[1] ePub, (abbreviazione di electronic publication, “pubblicazione elettronica”, e indicato anche come EPub, epub, o EPUB) è uno standard aperto specifico per la pubblicazione di libri digitali (eBook) e basato su XML. A partire da settembre 2007 è lo standard ufficiale dell’International Digital Publishing Forum (IDPF) – un organismo internazionale no-profit al quale collaborano università, centri di ricerca e società che lavorano in ambito sia informatico che editoriale. Tratto da Wikipedia

Ci sono diverse possibilità per leggere, visualizzare un ePub sullo schermo del computer:

1) Potete usare un software come Adobe Digital Editions http://www.adobe.com/products/digitaleditions/ o Calibre http://calibre-ebook.com/

2) oppure potete installare su Firefox l’estensione EPUBReader http://www.epubread.com/en/

3) Se invece usate Opera c’è il widget eBook Reader che vi permette di visualizzare i file .epub http://widgets.opera.com/widget/15552/

I libri in formato ePub possono essere letti su diversi lettori di libri elettronici (eReader) come per esempio: Sony Reader, Cybook Opus, COOL-ER Reader, ed anche su iPhone, iPod Touch e iPad.

___________________________________________________________

Articoli correlati:


● Tutti i libri di Giacinto Butindaro in formato PDF

● Tutte le Predicazioni audio mp3 di Giacinto Butindaro

Share

4 Mag 2011 Posted by | ePub, ePub Chi ha orecchi da udire oda, ePub Giacinto Butindaro, ePub La Nuova Via, Giacinto Butindaro, Insegnamenti e Confutazioni ePub, Libri Giacinto Butindaro | Lascia un commento

● Shoek Thomas e gli schernitori del “Centro Cristiano Kabod” di Torino

Fratelli nel Signore che temete Dio, vi faccio vedere questo video (che concerne un concerto tenuto da Shoek a Torino, e precisamente il momento in cui ha cantato la sua canzone che ha scritto contro Giacinto Butindaro) solo per questa ragione: per mostrare come si sono ridotte certe Chiese anche qui in Italia.

Io dal canto mio spero e desidero che tutte queste persone possano ravvedersi e riconoscere la verità. Speratelo e desideratelo pure voi.

La comunità evangelica in questione è quella che si raduna presso il “Centro Cristiano Kabod” di via Duino 179/c a Torino.

Nel video infatti si vede lo striscione sulla parete che si vede anche in questa foto.

I cosiddetti pastori di questa Chiesa sono Simone di Chiara e Davide Tomasi. Ecco la pagina del ‘Centro Cristiano Kabod’ su Facebook.

E’ bene che conosciate e possiate guardarvi da chi chiamandosi “fratello”, anziché radunarsi per lodare e adorare Iddio lo fa per schernire il suo prossimo, e cosa ancor più grave, un servitore di Dio…

Questo è un’altro video dello stesso brano di scherno cantato da Shoek, visibile su Youtube:

“Beato l´uomo

che non cammina

secondo il consiglio degli empi,

che non si ferma nella via dei peccatori,

né si siede sul banco degli schernitori;

ma il cui diletto è nella legge dell´Eterno,

e su quella legge medita giorno e notte.”

(Salmo 1:1,2)



La grazia del nostro Signore Gesù Cristo sia con tutti coloro che lo amano con purità incorrotta. Amen.
__________________________________________________________________________________

Articoli correlati:

● Se siete vituperati per il nome di Cristo beati voi (1° Pietro 4:14)

Articoli correlati da Link esterni:

Ancora lui: Shoek

Rap a scopo evangelistico?

Share

3 Mag 2011 Posted by | Centro Cristiano Kabod di Torino, Comportamenti disordinati, Comportamenti sconvenienti, Schernitori, Shoek | Lascia un commento

● Le false predizioni di David Wilkerson

David Wilkerson, noto pastore evangelico pentecostale statunitense, fondatore della Times Square Church in New York City, che conta più di 8.000 membri, morto recentemente in un incidente stradale, è molto conosciuto anche qui in Italia per il suo libro ‘La croce e il pugnale’ ed anche per molte sue predicazioni, ma è molto meno conosciuto per le sue false predizioni.

Imminente persecuzione terribile della Chiesa Cattolica Romana contro i Carismatici Cattolici

Una di queste, fatta da lui nel 1973, prediceva una imminente grande persecuzione delle gerarchie della Chiesa Cattolica Romana contro i Carismatici Cattolici. Ecco le sue parole:

‘I Cattolici Carismatici che si considerano membri della Chiesa invisibile soprannaturale di Gesù Cristo, affronteranno un’ora di persecuzione terribile. La Chiesa Cattolica Romana è sul punto di respingere tutti quei cattolici che parlano in lingue e tendono ad abbracciare gli insegnamenti pentecostali riguardanti lo Spirito Santo; verranno infatti esercitate sui preti pressioni politiche dall’alto perchè ‘spengano il fuoco’. Aspettatevi che il Papa prenda posizione contro il movimento carismatico nella Chiesa Cattolica. La luna di miele è quasi finita. Presto le riviste cattoliche cominceranno a parlare contro il movimento e sosterranno la necessità di un’epurazione’ (David Wilkerson, La Visione, EUN, Terza edizione 2009, pag. 49-50).

Ciò non si è verificato, anzi si è verificato l’opposto nei confronti dei cattolici romani che ‘parlano in lingue’, infatti sul sito della Continua a leggere

3 Mag 2011 Posted by | Comportamenti sconvenienti, David Wilkerson, False predizioni, False rivelazioni, Profetizzare, Profezia | Lascia un commento

● L’ecumenico Benny Hinn

Benny Hinn stringe la mano a papa Giovanni Paolo II

Perchè l’ecumenismo è una macchinazione del diavolo

(106 minuti – mp3)

___________________

Al minuto 8:12 di questo video rivoltante, Benny Hinn dice:

“Prego che questo nuovo papa continui l’opera iniziata…” [dal precedente papa].

Ora, ricordo a tutti quegli Evangelici che ammirano Benny Hinn, innanzi tutto che colui che si fa chiamare papa pretende di essere il Vicario di Cristo, lo Sposo della Chiesa, il Capo della Chiesa Universale, il Sommo Pastore, il Santo Padre, il successore del principe degli apostoli, cioè di Pietro, che possiede le chiavi del regno dei cieli, tutti titoli questi che non possiede affatto alla luce dell’insegnamento della Scrittura.

E poi che egli istiga all’idolatria, in quanto esorta a pregare Maria e i santi. E insegna che la salvezza è per opere, e non fede soltanto. E mi fermo qui, ma potrei proseguire ancora per molto. In altre parole, il capo della Chiesa Cattolica Romana non è uno dei nostri, ma uno di fuori che è ancora schiavo del peccato e perduto. E la sua opera è una opera che non tende ad edificare la Chiesa di Cristo, ma a distruggerla.

E quindi Benny Hinn nel parlare in questa maniera dimostra di non avere discernimento, di essere un ignorante, ma soprattutto di non amare nè la verità e neppure la giustizia. Ribadisco quindi: guardatevi da Benny Hinn, è un ribelle, cianciatore e seduttore di menti.

Ecco il video (estratto da un programma trasmesso sulla TBNE) in cui Benny Hinn mostra chiaramente tutto il suo ecumenismo con la Chiesa Cattolica Romana. Parla da sè, e quindi non mi dilungo più di tanto. Voglio però dire almeno queste cose, e mi rivolgo a coloro che ancora ritengono Benny Hinn un servo di Dio:

1) Le menzogne dette in questo video sono veramente tante, e io le ho già tutte confutate nel mio libro ‘La Chiesa Cattolica Romana’, quindi vi esorto ad andarlo a leggere (NdR – scaricabile anche in fondo al Post);

2) Se quello che vedete e sentite in questi video non vi fa provare ribrezzo e sdegno, allora vuol dire che siete rimasti sedotti anche voi dalle menzogne del serpente antico!

Benny Hinn a colloquio col cardinale Jaime Sin, arcivescovo di Manila

Benny Hinn prega insieme al Francescano Raniero Cantalamessa

Svegliatevi dunque a vita di giustizia!

Giacinto Butindaro

Tratto da: http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2010/06/17/benny-hinn-prega-per-benedetto-xvi-affinche-continui-lopera-di-giovanni-paolo-ii/
E da: http://www.lanuovavia.org/video-hinn-ecumenismo.html

__________________________________________________________________________

Per approfondire le false dottrine della Chiesa Cattolica Romana puoi leggere il libro gratuito in PDF:

La Chiesa Cattolica Romana

__________________________________________________________________________

Articoli correlati:

● Benny Hinn: lista delle sue false rivelazioni, insegnamenti eretici, minaccie ai suoi nemici e altri comportamenti sconvenienti…

● TBNE… Ecumenismo, amuleti, e tanto commercio…

● Pastori Evangelici Ecumenici… Guardatevi da costoro!

● Occorre “ricercare” l’unità dei cristiani… un’altra menzogna del diavolo!

● Giovanni Paolo II: un altro idolatra che verrà beatificato

● Verso una religione unica mondiale?

● Contro l’ecumenismo con la Chiesa Cattolica Romana

● Documento voluto da papa Ratzinger “L’unica chiesa di Cristo è quella cattolica”

● Lista di alcuni “anatema” mai revocati dal Cattolicesimo Romano…

● Ero un sacerdote cattolico… poi conobbi la verità che mi fece libero



Share

30 aprile 2011 Posted by | Benny Hinn, Cattivi operai, Comportamenti sconvenienti, False dottrine, Falsi Apostoli, Falsi cristiani, Falsi Dottori, Falsi fratelli, Giovanni Paolo II, Papa Benedetto XVI, Papa Giovanni Paolo II, Pastori ecumenici | Lascia un commento

● Quando diranno: Pace e sicurezza, allora di subito una improvvisa rovina verrà loro addosso…

“Quando diranno: “Pace e sicurezza”, allora di subito una improvvisa ruina verrà loro addosso, come le doglie alla donna incinta; e non scamperanno affatto”

(1° Tessalonicesi 5:3).

_______________________

Queste ai Tessalonicesi sono le parole profetiche pronunciate dall’apostolo Paolo circa gli eventi che precederanno il ritorno del Signore Gesù, che vi ricordo “…apparirà dal cielo con gli angeli della sua potenza, in un fuoco fiammeggiante, per far vendetta di coloro che non conoscono Iddio, e di coloro che non ubbidiscono al Vangelo del nostro Signore Gesù” (2° Tessalonicesi 1:7,8).

Vorrei quindi che possiate considerarle alla luce del seguente video che mostra come molti falsi profeti stiano moltiplicando i loro sforzi per giungere proprio ad un mondo dove la pace e la sicurezza siano ottenute attraverso l’abbattimento di tutte le barriere religiose, cercando di coinvolgervi anche quelle Chiese Evangeliche, che come vedremo più avanti, si stanno lasciando sedurre da questo inganno diabolico.

Uno di questi è Sun Myung Moon, fondatore della federazione per la Pace Universale (UPF) e della “Chiesa dell’Unificazione” (presente anche in italia) che in un suo discorso tenuto il 23 settembre 2007, davanti a centinaia tra leader religiosi e rappresentanti delle Nazioni Unite ha detto:

“Oggi dichiaro che è tempo per tutte le nazioni e le religioni di abbattere le loro barriere. Così facendo l’era di un “Unica famiglia di Dio” potrà arrivare e durare per sempre. Dio sta guidando la storia. Con l’aiuto della fortuna celeste, con al centro le Nazioni Unite Abele, progrediremo velocemente verso un mondo che trascende le nazionalità e le religioni, … il Regno di Dio in terra. La UPF aiuterà il rinnovamento delle Nazioni Unite guidando milioni di Ambasciatori di Pace in tutto il mondo che stanno adottando i miei insegnamenti, basati sui principi del Padre Celeste, e senza alcun dubbio realizzerà la volontà del Cielo di creare “Un’ Unica Famiglia Sotto Dio”. La Federazione per la Pace Universale guiderà la grande rivoluzione per restaurare il lignaggio dell’umanità a quello del tempo di Adamo prima della caduta attraverso la Benedizione dei Matrimoni Internazionali e Interculturali…”.

Ora, queste parole sono false e ingannatrici, Continua a leggere

30 aprile 2011 Posted by | Apostasia, Assemblee di Dio Ministerio Madureira, ASUMC, Chiesa dell'Unificazione, False dottrine, Falsi Cristi, Falsi fratelli, Falsi profeti, Falso profeta, Federazione per la Pace Universale, Manoel Ferreira, Nazioni Unite Abele, Pace e Sicurezza, Sun Myung Moon, Universalismo, UPF | Lascia un commento

● Verso una religione unica mondiale?

Questo video documentario in lingua inglese dal titolo ‘The Non Christian Ecumenism of the Vatican’ (‘L’Ecumenismo non Cristiano del Vaticano’) è stato presentato alla Terza Convocazione per la Consapevolezza Ortodossa, organizzato dalla Fratellanza del Santo Monastero dei Santi Cipriano e Justina (Fili, Attica – Grecia), ed è molto interessante perchè documenta in maniera chiara come la Chiesa Cattolica Romana – piena di eresie e di superstizioni – si è messa a fare ecumenismo con le Chiese Ortodosse, le Chiese Protestanti e le altre religioni (Buddismo, Islam, e così via)! Ha questo ecumenismo lo scopo di realizzare in definitiva una religione unica mondiale? Così pare. E come vedrete, Giovanni Paolo II, il precedente capo della Chiesa Cattolica Romana, ha contribuito notevolmente a promuovere la realizzazione di questo progetto. Ed anche l’attuale capo della Chiesa Cattolica Romana segue le orme del suo predecessore, in quanto intende convocare ad Assisi ad ottobre 2011, una ‘Giornata di riflessione, dialogo e preghiera per la pace e la giustizia nel mondo’, invitando nuovamente ad unirsi a questo cammino le Chiese delle diverse confessioni, e gli esponenti delle varie religioni del mondo.

Tutto ciò è una opera infruttuosa delle tenebre a cui quindi i santi, che sono luce nel Signore, non devono partecipare, anzi devono riprovare con forza.

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Scarica tutto il file da qua

Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2011/04/29/verso-una-religione-unica-mondiale/

__________________________________________________________________________

Per approfondire le false dottrine della Chiesa Cattolica Romana puoi leggere il libro gratuito in PDF:

La Chiesa Cattolica Romana

__________________________________________________________________________

Articoli correlati:

● Contro l’ecumenismo con la Chiesa Cattolica Romana

● Pastori Evangelici Ecumenici… Guardatevi da costoro!

Share

30 aprile 2011 Posted by | Cattolicesimo Romano, Chiesa Cattolica Romana, Ecumenismo, Papa Benedetto XVI, Papa Giovanni Paolo II, Papa Ratzinger, Papa Wojtyla, Religioni, Unica Religione Mondiale | Lascia un commento

● Giovanni Paolo II: un altro idolatra che verrà beatificato

Beati coloro che muoiono nel Signore

(82 minuti – mp3)

_______________________

In questi giorni tutti i media parlano della beatificazione di Giovanni Paolo II, prevista dalla Chiesa Cattolica Romana in Vaticano per il prossimo 1 Maggio 2011. Ora, in seguito a questa cerimonia questo uomo sarà dichiarato beato! Ma egli non è e non sarà mai beato, e questo perchè era un idolatra e gli idolatri quando muoiono vanno all’inferno in attesa della condanna definitiva ed eterna che sarà loro data da Dio nel giorno del giudizio. Questa beatificazione quindi è una cerimonia senza alcun valore davanti a Dio.
Che Giovanni Paolo II era un idolatra è manifesto, infatti era un ardente devoto di Maria (cioè un mariano), e non perdeva occasione per renderle il culto. Egli attribuì la sua incolumità in seguito all’attentato subito nel 1981 all’apparizione della ‘Madonna’ di Fatima. Poco dopo l’aggressione alla sua vita, egli consacrò il mondo intero al Cuore Immacolato di Maria. Inoltre, nell’ottobre del 2000, Giovanni Paolo ordinò che la statua ‘miracolosa’ della ‘Madonna’ di Fatima fosse portata in Vaticano in occasione del Gran Giubileo. Domenica 8 ottobre 2000, Giovanni Paolo II assieme a 1.500 vescovi, affidò l’umanità e il terzo millennio alla ‘Madonna’ di Fatima. Oltre a ciò, va detto che la sua forte devozione mariana ha rafforzato la devozione mariana in tutto il mondo. La seguente affermazione, fatta da Giovanni Paolo II nel 2002, ha caratterizzato dal principio alla fine il suo pontificato. Sia lui sia la chiesa cattolica romana, proclamarono che la Regina dei Cieli è fra coloro ai quali essi affidano il proprio futuro.

Rivolgendosi a Maria come alla ‘Madre Santissima’ Giovanni Paolo II pregò:

‘A te [Maria] restituisco tutti i frutti della mia vita e del mio ministero. A te affido il futuro della Chiesa, a te offro la mia nazione, in te confido e dichiaro ancora una volta: Totus Tuus, Maria!’

I Mariani sono degli idolatri perché offrono il culto ad una creatura invece che al Creatore; sono degli idolatri perché la Scrittura dice: “Adora il Signore Iddio tuo, ed a lui solo rendi il culto” (Matt. 4:10), mentre loro adorano Maria da loro considerata la loro Signora.

E’ vero che loro dicono: ‘Ma noi non l’adoriamo ma la veneriamo’, ma ciò non corrisponde assolutamente al vero in quanto i fatti dimostrano il contrario. Come fanno a dire che la loro venerazione non è idolatria quando essi cantano, pregano e invocano Maria quasi che fosse Dio?

C’è un’altra affermazione a cui i Cattolici romani ricorrono allo scopo di fare credere che loro non adorano Maria ma adorano solo Dio, ed è questa: Continua a leggere

27 aprile 2011 Posted by | Beatificazione Giovanni Paolo II, Beatificazione Karol Wojtyla, Beatificazione Wojtyla, Cattolicesimo Romano, Chiesa Cattolica Romana, Eresia, Eresie, Idolatria, Idolatria religiosa, Papa, Papa Giovanni Paolo II, Papa Wojtyla, Papa Wojtyla "santo", Purgatorio | 1 commento

● Chi era veramente Martin Luther King

Martin Luther King jr. era un pastore battista americano, un politico, attivista, e leader dei diritti civili. È stato il più giovane Premio Nobel per la pace della storia, riconoscimento conferitogli nel 1964 all’età di soli trentacinque anni. E’ stato da molti definito ‘l’apostolo instancabile della resistenza non violenta’, e ‘l’eroe e paladino dei reietti e degli emarginati’ e si è battuto affinché fosse abbattuta in America ogni sorta di pregiudizio etnico. Fu colpito ed ucciso da un colpo di fucile di precisione sparatogli alla testa il 4 Aprile 1968 mentre stava sul balcone del secondo piano del Lorraine Motel a Memphis, Tennessee.

Quello che molti non sanno però a proposito di Martin Luther King è che era un fornicatore, infatti lui durante il giorno parlava a grandi folle, citando la Scrittura e invocando la volontà di Dio, e di notte egli aveva frequentemente rapporti sessuali con donne del suo uditorio.

La sua abitudine di avere avventure extra-coniugali era ben nota.

Uno dei suoi ammiratori, Michael Eric Dyson, ha detto che King raccontava spesso ‘barzellette oscene’, ‘condivideva donne con amici’, ed era ‘sessualmente sconsiderato’ (sexually reckless). Secondo Taylor Branch, il biografo di King, durante una lunga festa la notte del 6 e 7 Gennaio 1964, una microspia dell’FBI registrò la distinta voce di King che diceva: ‘Sto s …. per Dio!’ Continua a leggere

25 aprile 2011 Posted by | Comportamenti disordinati, Comportamenti sconvenienti, martin luther king, Martin Luther King and tagged attivista, pastore battista, Politica, Politico | Lascia un commento

● Quando Cecil M. Robeck Jr., delle Assemblee di Dio USA, partecipò ad Assisi 2002



Cecil M. Robeck, Jr. è un ministro di culto molto famoso appartenente alle Assemblee di Dio USA. E’ professore di storia della Chiesa, ed insegna al famoso Fuller Theological Seminary di Pasadena (California).
Il 24 Gennaio 2002 partecipò ad Assisi, dietro invito di Giovanni Paolo II, come Rappresentante Pentecostale alla ‘Giornata di Preghiera per la Pace fra i Popoli nel mondo’, di cui potete vedere un piccolo riassunto in questo video.


In base a quanto si legge a questa pagina, Cecil Robeck ‘offrì una formale preghiera nella porzione Cristiana di quel raduno’.

L’elenco dei partecipanti (aggiornato al 22.01.2002), così come lo troviamo sul sito dell’Associazione per la salvaguardia della Tradizione latino-gregoriana (http://www.unavox.it/Assisi2002.htm), era questo:

CHIESE ORTODOSSE
Patriarcato Ecumenico
– Sua Santità Bartholomaios I, Patriarca Ecumenico Continua a leggere

25 aprile 2011 Posted by | Assemblee di Dio, Assemblee di Dio USA, Assisi 2002, Cattolicesimo Romano, Cecil M. Robeck, Chiesa Cattolica Romana, Ecumenismo, Giornata di Preghiera per la Pace fra i Popoli nel mondo, Giovanni Paolo II | Lascia un commento

● Lettera aperta a Raniero Cantalamessa predicatore della Casa pontificia

Raniero, ieri 22 Aprile 2011, nel pomeriggio, tu hai detto durante la tua omelia pronunciata nella basilica vaticana alla presenza di Joseph Ratzinger, capo della Chiesa Cattolica Romana, quanto segue:

‘Terremoti, uragani e altre sciagure che colpiscono insieme colpevoli e innocenti non sono mai un castigo di Dio. Dire il contrario, significa offendere Dio e gli uomini. Sono però un ammonimento: in questo caso, l’ammonimento a non illuderci che basteranno la scienza e la tecnica a salvarci. Se non sapremo imporci dei limiti, possono diventare proprio esse, lo stiamo vedendo, la minaccia più grave di tutte’.

Tu hai mentito contro la verità, e lo hai fatto dinnanzi al mondo intero, in quanto la Sacra Scrittura, che è la Parola di Dio e quindi è verità afferma che Dio è l’autore delle sciagure che piombano sugli uomini, secondo che dice il profeta Amos: Una sciagura piomba ella sopra una città, senza che l’Eterno ne sia l’autore? (Amos 3:6), parole queste che si accordano con queste altre dette da Dio tramite il profeta Isaia: Io sono l’Eterno, e non ve n’è alcun altro; io formo la luce, creo le tenebre, do il benessere, creo l’avversità; io, l’Eterno, son quegli che fa tutte queste cose” (Isaia 45:6-7).

La Bibbia dunque afferma che non c’è sciagura che piomba sopra una città della quale non ne sia l’autore Dio, in quanto è Lui che crea l’avversità. Tu invece ti sei permesso di andare contro la Parola di Dio in questa maniera così sfacciata, dicendo proprio il contrario, e addirittura affermando che ‘dire il contrario, significa offendere Dio e gli uomini’. Ma che vai dicendo? Leggi e investiga le Sacre Scritture, perchè non le conosci. Come può essere offeso Dio quando si afferma quello che Lui ha detto tramite i Suoi profeti, in quanto essi parlarono da parte di Dio sospinti dallo Spirito Santo? Dio semmai viene offeso dalle ciance che gli uomini si inventano contro la Sua Parola, come in questo caso hai fatto proprio tu.

Ma voglio entrare nello specifico di quanto tu hai detto per dimostrarti che tu erri grandemente perchè non conosci le Scritture.

Ora tu dici: ‘Terremoti, uragani e altre sciagure che colpiscono insieme colpevoli e innocenti non sono mai un castigo di Dio’.

Cosa dice la Scrittura a proposito dei terremoti? la Bibbia dice che essi avvengono per l’ira di Dio, per cui sono una manifestazione dell’ira di Dio. Continua a leggere

23 aprile 2011 Posted by | Alluvioni, Cattolicesimo Romano, False dottrine, Giudizio di Dio, Raniero Cantalamessa, Siccità, Terremoti, Terremoto, Uragani | Lascia un commento

● Guglielmo Standridge e i terremoti

Guglielmo Standrige e i terremoti
(91 minuti – mp3)

_______________________

Guglielmo Standridge, responsabile di una Chiesa evangelica di Roma e capo redattore del giornale ‘La voce del vangelo’, nel suo libro ‘Coi terremoti Dio che c’entra?’ che ha avuto 4 edizioni, afferma quanto segue sui terremoti attuali:

‘È stato notato che i terremoti sono più numerosi in alcune zone del mondo, Giappone e Cina, per esempio, in oriente, e Italia, Grecia, i Balcani e nord Africa, in occidente. Dal confronto di queste zone, si è arrivati alla teoria che esistano nella crosta della terra delle fratture, o faglie, lunghe anche centinaia di chilometri. Secondo questa teoria, i terremoti avverrebbero quando, a motivo delle pressioni esercitate sulla superficie o in profondità, si produrrebbe un certo slittamento fra i due lati di queste fratture. Una teoria più recente afferma, invece, che esisterebbe circa una dozzina di zolle tettoniche che formano la crosta terrestre, e che queste sarebbero in costante, impercettibile movimento. Sarebbero un po’ come delle grandi lastre di ghiaccio che galleggiano e si scontrano in un mare appena scongelato. L’Italia sarebbe in una posizione particolarmente infelice, in un punto di incontro, o di scontro, fra una zolla formata dall’eurasia, che preme da est, una seconda zolla europea, che preme da ovest, ed una terza zolla africana che preme dal sud. Queste zolle, profonde circa cento chilometri, si muoverebbero di alcuni centimetri all’anno, premendo l’una sull’altra con una forza incredibile. Dal loro incontro deriverebbero non solo i terremoti, ma anche il sorgere di nuovi vulcani, l’azione di quelli esistenti e la formazione delle catene montagnose. Dato che si può definire l’origine dei terremoti e spiegare tutto scientificamente, si potrebbe concludere che Dio non c’entra. Certamente si può concludere che il terremoto non è un segno dell’ira di Dio contro un qualsiasi villaggio o nazione, come alcuni religiosi hanno avuto la sfrontatezza di dire. Continua a leggere

21 aprile 2011 Posted by | Errori dottrinali, Giudizio di Dio, Guglielmo Standridge, Insegnamenti errati, Ira di Dio, Terremoto | Lascia un commento