Egli è altresì scritto…

Blog di Nicola Iannazzo

● Lista di eresie insegnate da Giovanni Luzzi

Lista di eresie insegnate da Giovanni Luzzi:

1) Gesù Cristo non tornerà in maniera visibile e gloriosa sulle nuvole del cielo perché in realtà egli è già tornato.

Giovanni Luzzi (1856-1948), già professore alla Facoltà Teologica valdese di Roma e conosciuto da noi come colui che ha diretto la commissione stabilita per compiere la revisione della versione Diodati (conosciuta come la Riveduta) ha affermato sul ritorno di Cristo quanto segue:

‘Gesù predisse che, dopo avere lasciato questa terra, sarebbe tornato (…) Quando sarebb’egli tornato? Gesù lo disse: durante la vita della generazione in mezzo alla quale si trovava (…) In qual modo sarebb’egli tornato? Secondo i Sinottici Gesù avrebbe descritto il modo del suo ritorno con un linguaggio vivido, immaginoso, apocalittico, tolto ad imprestito dai profeti dell’Antico Testamento. Matteo e Marco si somigliano molto nel loro linguaggio. Luca ha anch’egli parte dello stesso linguaggio, ma aggiunge altri elementi descrittivi, che non sono di codesta natura. Un fatto qui colpisce; ed è appunto il tono apocalittico di questa predizione; tono che non ha riscontro in alcun altro discorso di Gesù. Come spiegarla questa differenza? Io me la spiego così: il tono non è di Cristo, ma degli scrittori che ci tramandarono i detti di lui, rivestendo le espressioni piane, semplici del Maestro, con le immagini apocalittiche così care alla gente di quei tempi. La cosa certa è che Gesù era sicuro che sarebbe tornato, in un modo o in una altro, nel suo Regno, e che vi sarebbe tornato quanto prima. Nel Vangelo di Giovanni, la predizione del ritorno di Cristo è tanto chiara quanto nei Sinottici, però il tono è differente, e la venuta ch’esso annunzia è tutta di un altro genere. Gesù, infatti, vi parla di una presenza spirituale tra i suoi e nel mondo. A volte chi è presente è lo Spirito Santo; altre volte, è Gesù stesso, e una volta è il Padre con Gesù. Cotesta presenza spirituale, asseriva Gesù, sarebbe stata impossibile finch’egli fosse rimasto sulla terra; non poteva cominciare che dopo la dipartenza di lui, e in seguito alla discesa dello Spirito Santo. Nell’atto d’accomiatarsi dai suoi, ei diceva: ‘Non vi lascerò orfani; tornerò a voi. Fra poco il mondo non mi vedrà più, ma voi mi vedrete’. ‘Quel giorno’, il gran giorno, era imminente; doveva spuntare in breve, ‘fra poco’; e in quel giorno, fra il Maestro e i discepoli si sarebbero stabilite delle relazioni nuove, profonde, intime, per le quali le parole di Gesù ‘io in voi’ ‘voi in me’ avrebbero cessato d’essere delle frasi misteriose, per diventare dei fatti d’una santa esperienza interiore. Così, nei Sinottici, la venuta che Gesù predisse è la venuta imminente di un Re e di un Giudice; venuta intimamente connessa con la caduta di Gerusalemme, e descritta nello smagliante stile apocalittico come una apparizione visibile. Nel Vangelo di Giovanni, invece, è una venuta più imminente ancora che nei Sinottici, ma invisibile, e destinata a diventare una dimora spirituale di Cristo fra il suo popolo e nel mondo’ (Giovanni Luzzi, La religione cristiana secondo la sua fonte originaria, Roma 1939, pag. 338, 339, 340)

Quindi per Luzzi i credenti antichi si sbagliarono nell’aspettare un ritorno visibile di Cristo?

Certo: ecco cosa dice infatti più avanti: Continua a leggere

Annunci

15 maggio 2011 Posted by | Eresie, False dottrine, Falsi insegnamenti, Giovanni Luzzi | Lascia un commento

● … Ma tu guarda solo a Gesù

Noi guardiamo a Gesù: e tu?

(111 minuti – mp3)

__________________________

“Siate miei imitatori, fratelli, e RIGUARDATE A COLORO che camminano secondo l’esempio che avete in noi.” (Filippesi 3:17)

__________________________

Fratelli nel Signore, quante volte dopo che avete visto qualcuno che vi ha scandalizzato e l’avete fatto notare al pastore, questi vi ha rivolto queste parole: “Tu devi guardare solo a Gesù, non devi guardare al fratello o alla sorella!”.

E così, le opere scandalose o le parole insensate di colui che vi ha scandalizzato è passato nel dimenticatoio senza subire nessuna conseguenza, senza essere né ripreso né disciplinato in alcun modo.

Talvolta ciò è avvenuto anche per opere scandalose compiute dal pastore, o ha pronunciato parole insensate, e allora, dopo che tu l’hai fatto notare, la voce contro di te è divenuta più forte: Guarda SOLO a Gesù; gli uomini sbagliano, solo Gesù non ha sbagliato mai”.

Ciò è vero, tuttavia è necessario fare determinate considerazioni a tal riguardo, al fine di capire bene come ci si debba comportare in certe occasioni.

Vero è che dobbiamo guardare a Gesù Cristo, che è la PAROLA DI DIO; quindi, noi dobbiamo guardare alle sacre Scritture per conoscere come si è comportato Gesù, affinché noi gli rassomigliamo e cerchiamo di fare le medesime cose che Lui ha fatto e detto.

È appunto guardando a Gesù Cristo, che è la Parola di Dio, che vediamo che Egli ha confutato gli errori dei farisei, tra le cui cose sbagliate che facevano c’era quella di annullare i comandamenti di Dio e li sostituivano con le loro tradizioni e i precetti d’uomini (cfr Marco 7:6-13).

Poi ha confutato gli errori dottrinali dei sadducei (cfr Matteo 22.23), degli erodiani (cfr Marco 12:13-17) e di altri.

Dunque, se Gesù ha confutato gli errori dottrinali di coloro che sbagliavano, allora, io che devo GUARDARE SOLO A GESU’, per cercare di assomigliargli e fare ciò che Lui ha fatto, quando mi avvedo che taluni sbagliano la predica e gli insegnamenti, devo pure io confutarli. Tali cose s’imparano GUARDANDO SOLO A GESU’.

È scritto:

“Siate dunque imitatori di Dio, come figliuoli suoi diletti” (Efesini 5:1)

Gesù è Dio, quindi devo essere imitatore di Dio imitando Gesù, e siccome Gesù ha confutato coloro che insegnavano delle false dottrine, allora devo anch’io provvedere alla confutazione di tutti quei fratelli che predicano degli insegnamenti eretici, sbagliati, non dottrinali, dannosi per i santi.

Siccome Gesù era pieno d’amore ed ha confutato chi sbagliava, anche chi confuta oggi per IMITARE Gesù lo fa per amore, prima verso la Verità della Parola di Dio; secondo per amore dei santi, perché le false dottrine danneggiano spiritualmente i fratelli ed io non voglio assolutamente che i fratelli siano danneggiati da insegnamenti eretici e sbagliati.

Voi, fratelli, se volete che i santi subiscano dei danni spirituali, state pure zitti e non dite niente, ma facendo così sappiate che non state facendo come ha fatto Gesù, e non state neanche manifestando amore verso i fratelli. Guardate sì a Gesù, ma non fate quello che Gesù ha fatto, quindi è del tutto inutile RIGUARDARE al nostro duce e perfetto esempio di fede e poi non agire e non parlare come Lui ha fatto.

Un’altra cosa che vediamo guardando a Gesù è che quando c’è stato da sgridare qualcuno lo ha fatto senza timore. Infatti, quando Pietro ha sbagliato a parlare e non ha parlato secondo il senso delle cose di Dio, Gesù lo ha ripreso severamente, infatti sta scritto:

“Ma Gesù, rivoltosi, disse a Pietro: Vattene via da me, Satana; tu mi sei di scandalo. Tu non hai il senso delle cose di Dio, ma delle cose degli uomini.” (Matteo 16:23)

Come avete letto, Gesù ha ripreso Pietro, ma per questo era privo d’amore? Così non sia, perché è appunto per amore verso di lui che lo ha ripreso.

E ancora, Gesù non ci ha pensato tante volte, per amore della verità e per lo zelo della casa di Suo Padre, a sgridare e cacciare via i trafficanti del Tempio:

“Or la Pasqua de’ Giudei era vicina, e Gesù salì a Gerusalemme. E trovò nel tempio quelli che vendevano buoi e pecore e colombi, e i cambiamonete seduti. E fatta una sferza di cordicelle, scacciò tutti fuori del tempio, pecore e buoi; e sparpagliò il danaro dei cambiamonete, e rovesciò le tavole; e a quelli che vendeano i colombi, disse: Portate via di qui queste cose; non fate della casa del Padre mio una casa di mercato. E i suoi discepoli si ricordarono che sta scritto: Lo zelo della tua casa mi consuma.” (Giovanni 2:13-17)

Oggi, invece, secondo taluni sviati quanto alla fede e alla verità di Dio, vedendo che nel seno della Chiesa si fa commercio di tante cose, vendendo libri inutili e talvolta anche ANTI-CRISTIANI, oggetti di vario genere, noi dovremmo starcene zitti senza opporci a tale commercio? Ma se stiamo zitti non assomiglieremo a Gesù, quindi sarebbe del tutto inutile che noi guardassimo SOLO A GESU’ e poi non facessimo ciò che ha fatto Gesù.

In mezzo al seno della Chiesa di Cristo si fa del commercio, infatti, come lo chiamereste voi questa operazione: “si acquistano prodotti vari ad un prezzo SCONTATO, per poi RIVENDERLO ai credenti della comunità a PREZZO PIENO?”

Come si chiama questa operazione? Non è forse COMMERCIO?

Chiedete un po’ ai commercianti del mondo per sapere come si fa commercio e vedrete che nella Chiesa di Dio ciò che avviene non differisce per nulla dalle operazioni commerciali dei pagani.

Anche se il PREZZO viene indicato nelle etichette con il NOME: “CONTRIBUTO”, non ne fa cambiare la sostanza, sempre PREZZO rimane, con la differenza che in questo caso si sta prendendo in giro i santi e si disprezzano, perché li si prende come degli allocconi creduloni, credendo di ingannarli cambiando la parola “PREZZO” con la parola “CONTRIBUTO”.

Considerato tutto ciò, allora, come dobbiamo comportarci per assomigliare a Gesù Cristo e GUARDARE SOLO A LUI?

Per rassomigliare a Gesù noi dobbiamo denunciare in mezzo alla Chiesa queste cose e mostrare il nostro dissenso, nientemeno come fece Gesù, con amore, ma anche con fermezza.

Ora gettiamo uno sguardo anche sugli apostoli, perché essi sapevano che dovevano imitare Gesù in ogni cosa e dovevano GUARDARE SOLO A LUI, pertanto, avendo imparato da Lui hanno praticato gli insegnamenti che hanno ricevuto e così hanno insegnato nelle chiese, oltre che averli scritti nelle loro epistole ispirate dallo Spirito santo.

Non solo Gesù sgridò Pietro, ma pure Paolo lo sgridò, lo dice nella lettera ai Galati, e lo ha ripreso DAVANTI A TUTTI, e lo fece per amore verso lui e soprattutto verso la fratellanza e la verità della Parola di Dio.

Sta scritto:

“Ma quando Cefa fu venuto ad Antiochia, io gli resistei in faccia perch’egli era da condannare. Difatti, prima che fossero venuti certuni provenienti da Giacomo, egli mangiava coi Gentili; ma quando costoro furono arrivati, egli prese a ritrarsi e a separarsi per timor di quelli della circoncisione. E gli altri Giudei si misero a simulare anch’essi con lui; talché perfino Barnaba fu trascinato dalla loro simulazione. Ma quando vidi che non procedevano con dirittura rispetto alla verità del Vangelo, io dissi a Cefa in presenza di tutti: se tu, che sei Giudeo, vivi alla Gentile e non alla giudaica, come mai costringi i Gentili a giudaizzare?”(Galati 2:11-14)

L’apostolo Paolo avendo scritto queste parole: “Siate miei imitatori, come anch’io lo sono di Cristo.” (1 Corinzi 11:1), ci fa comprendere che anche gli apostoli sono da imitare, perché a loro volta hanno imitato Cristo, nella stessa maniera anche noi imitando la loro condotta e credendo nei loro insegnamenti diventiamo imitatori di Gesù Cristo.

Diletti nel Signore, se avete letto le Scritture del Nuovo Testamento, in particolare le epistole degli apostoli, avrete certamente letto che gli apostoli hanno imitato Gesù Cristo, la sua condotta e il suo parlare, avrete sicuramente letto che essi continuamente hanno sgridato, esortato, ripreso, insegnato, ammonito e persino messo nelle mani di Satana certi disubbidienti; di conseguenza, anche noi, per essere imitatori degli apostoli, i quali sono stati imitatori di Gesù, possiamo, anzi dobbiamo: ‘riprendere, sgridare ed esortare i santi’, con amore, perché così dicono le Scritture.

Infatti è scritto che i santi si devono esortare a vicenda, gli uni gli altri, e tra essi sono compresi anche i pastori, perché anche i pastori vanno esortati, consolati e edificati, ma badate bene, se sono disubbidienti e indolenti vanno esortati alla verità e alla sana dottrina e ad un maggiore impegno, altrimenti che cambino MESTIERE.

A tal proposito sta scritto:

“E facciamo attenzione gli uni agli altri per incitarci a carità e a buone opere, non abbandonando la nostra comune adunanza come alcuni son usi di fare, ma esortandoci a vicenda; e tanto più, che vedete avvicinarsi il gran giorno.” (Ebrei 10:24,25)

Questo è un passo molto conosciuto, ma ne vengono citate solo alcune parole, quelle che fanno comodo, ma quelle che parlano CHE I SANTI DEVONO ESORTARSI A VICENDA non vengono quasi mai citate, perché sono parole SCOMODE PER I PASTORI, i quali non vogliono essere RIPRESI NE’ ESORTATI da nessuno. E molti di voi, fratelli, non vi siete PREMURATI DI ANDARE A LEGGERLE NELLE SCRITTURE, quindi, siete caduti in errore e vi siete fatti trascinare per una via che non è quella che il Signore vuole per i suoi figlioli.

Per concludere, fratelli nel Signore, è conforme alla volontà di Dio che i santi GUARDINO SOLO A GESU’, ma è importante ricordare che non dobbiamo essere solo degli ascoltatori o persone che RIGUARDANO ALLA PAROLA DI GESU’ ma poi non la mettono in pratica.

Vi esorto, quindi, cari nel Signore, attraverso le parole dell’apostolo Giacomo, ad essere non solo uditori della Parola, a non guardare soltanto a Gesù, ma DI ESSERE FACITORI DELLA PAROLA e a fare le medesime cose che ha fatto il Signore nostro Gesù Cristo.

Giacomo lo ha detto con queste parole:

“Ma siate facitori della Parola e non soltanto uditori, illudendo voi stessi. Perché, se uno è uditore della Parola e non facitore, è simile a un uomo che mira la sua natural faccia in uno specchio; e quando s’è mirato se ne va, e subito dimentica qual era. Ma chi riguarda bene addentro nella legge perfetta, che è la legge della libertà, e persevera, questi, non essendo un uditore dimentichevole ma facitore dell’opera, sarà beato nel suo operare.” (Giacomo 1:22-25)

Sarete beati, fratelli, nel caso in cui non soltanto guardate a Gesù e gli apostoli, ma se voi diventate imitatori di Gesù e degli apostoli, perché questa è la volontà di Dio.

Quando vi dicono di guardare solo a Gesù, non alzate i vostri occhi al cielo, ma gettateli sul tavolo sulla Bibbia, che è la Parola di Dio, e studiatela, studiatela e ancora STUDIATELA, perché in essa è presente tutto ciò che i santi devono sapere e che devono praticare per piacere al Signore.

Che Dio apra la mente e i cuori di tutti i santi, affinché diventino dei VERI IMITATORI di Cristo Gesù. A Dio sia la gloria, l’onore e la lode nei secoli dei secoli. Amen!

Salvato per grazia mediante la fede in Cristo Gesù: Giuseppe Piredda

___________________________________________________________________

“Da questo conosciamo che siamo in lui (Gesù): chi dice di dimorare in lui, deve, nel modo ch´egli camminò, camminare anch´esso.”

(1° Giovanni 2:6)

___________________________________________________________________

Articoli correlati:

● Sarete odiati da tutti a cagion del mio nome…



Share

12 maggio 2011 Posted by | Esortazioni, False dottrine, Falsi insegnamenti, Guardare Gesù, Insegnamenti, Paraocchi | Lascia un commento

● ADI: e i terremoti diventarono ‘la furia della natura’

In questo articolo dal titolo ‘Il Dramma Giapponese Mostra Tutta La Vulnerabilità Dell’Uomo E La Sua Inaffidabilità’, presente sul sito della Chiesa Evangelica Pentecostale ADI di San Benedetto del Tronto, si legge quanto segue a proposito del tremendo terremoto che si è verificato in Giappone l’11 Marzo 2011:

‘Le tragiche conseguenze del terremoto in Giappone, mettono drammaticamente in evidenza tutta la vulnerabilità dell’essere umano di fronte alla natura e alla imprevedibilità degli eventi. E c’è ancora chi ha il coraggio di ipotizzare un rischio zero delle moderne centrali nucleari. Coloro che fino a ieri erano considerati da tutti un esempio per la possibilità, grazie alle più moderne tecniche di costruzione antisismiche, di convivere con i terremoti, anche quelli di forte intensità, senza conseguenze, purtroppo oggi mostrano tutta l’impotenza dell’uomo, di fronte alle conseguenze, dirette e indirette, della furia della natura‘.  Continua a leggere

21 aprile 2011 Posted by | ADI, ADI (Assemblee di Dio in Italia), Chiesa Evangelica Pentecostale ADI di San Benedetto del Tronto, Errori dottrinali, Errori Dottrinali nelle ADI, Falsi insegnamenti, Giudizio di Dio, Terremoto | 1 commento

● Contro il dire menzogne


Contro il dire menzogne

(106 minuti – mp3)

__________________



“Sei cose odia l´Eterno, anzi sette gli sono in abominio: gli occhi alteri, la lingua bugiarda, le mani che spandono sangue innocente, il cuore che medita disegni iniqui, i piedi che corron frettolosi al male, il falso testimonio che proferisce menzogne, e chi semina discordie tra fratelli.” (Proverbi 6:16,19)

Le labbra bugiarde sono un abominio per l´Eterno, ma quelli che agiscono con sincerità gli sono graditi.” (Proverbi 12:22)

Il giusto odia la menzogna, ma l´empio getta sugli altri vituperio ed onta.” (Proverbi 13:5)

“Il testimonio verace salva delle vite, ma chi spaccia bugie non fa che ingannare.” (Proverbi 14:25)

“Come un pazzo che avventa tizzoni, frecce e morte, così è colui che inganna il prossimo, e dice: “Ho fatto per ridere!” (Proverbi 26:18,19)

“Perciò, bandita la menzogna, ognuno dica la verità al suo prossimo perché siamo membra gli uni degli altri.” (Efesini 4:25)

“Io vi ho scritto non perché non conoscete la verità, ma perché la conoscete, e perché tutto quel ch´è menzogna non ha a che fare con la verità. (1° Giovanni 2:21)

“Perché noi non possiamo nulla contro la verità; quel che possiamo è per la verità.” (2° Corinzi 13:8)

“Voi siete progenie del diavolo, ch´è vostro padre, e volete fare i desideri del padre vostro. Egli è stato omicida fin dal principio e non si è attenuto alla verità, perché non c´è verità in lui. Quando parla il falso, parla del suo, perché è bugiardo e padre della menzogna. E a me, perché dico la verità, voi non credete. Chi di voi mi convince di peccato? Se vi dico la verità, perché non mi credete? Chi è da Dio ascolta le parole di Dio. Per questo voi non le ascoltate; perché non siete da Dio.” (Giovanni 8:44,46)

“Beati coloro che lavano le loro vesti per aver diritto all´albero della vita e per entrare per le porte nella città! Fuori i cani, gli stregoni, i fornicatori, gli omicidi, gli idolatri e chiunque ama e pratica la menzogna. (Apocalisse 22:14,15)

“La carità … non gode dell´ingiustizia, ma gioisce con la verità” (1° Corinzi 13:6)

_________________________________________________________________

“E’ meglio essere divisi per la Verità,che uniti nella menzogna,

è meglio dire la Verità che fa male ma poi guarisce, che la menzogna che conforta e poi uccide,

è meglio essere odiati per aver detto la Verità, che essere amati per aver raccontato menzogne.

E’ meglio stare soli con la Verità, piuttosto che sbagliare per stare con la moltitudine”.

Yves A. Brault

_________________________________________________________________

Articoli correlati:

● “Astuti” o “prudenti”… come i serpenti?

● Contro la visualizzazione creativa insegnata e praticata da Paul Yonggi Cho

● ‘Uno, due, tre’ Ovvero come fare a ricevere l’interpretazione delle lingue (secondo Lirio Porrello)

● Contro l’errato significato dato alle parole e le citazioni e gli usi impropri di alcuni versetti della Bibbia…

● Il mondo perisce … ma anche parte del popolo di Dio!

17 marzo 2011 Posted by | False dottrine, False predizioni, False rivelazioni, Falsi cristiani, Falsi Dottori, Falsi fratelli, Falsi insegnamenti, Falso profeta, Labbra bugiarde, Menzogna, Menzogne, Verità | Lascia un commento

● Cos’è la “confutazione”, quale è la sua utilità, quali le ragioni e la franchezza dell’esposizione

[*] Contro l’accusa d’esser dei “diffamatori”…

(25 minuti – mp3)

[soundcloud  params=”true&show_comments=false” height=”90″ width=”200″ url=”http://soundcloud.com/user9175741/contro-laccusa-desser”%5D

_____________

“Perché sebbene camminiamo nella carne, non combattiamo secondo la carne; infatti le armi della nostra guerra non sono carnali, ma potenti nel cospetto di Dio a distruggere le fortezze; poiché distruggiamo i ragionamenti ed ogni altezza che si eleva contro alla conoscenza di Dio, e facciam prigione ogni pensiero traendolo all’ubbidienza di Cristo;” (2° Corinzi 10:3-5)

__________________

Dal dizionario della lingua italiana Devoto-Oli, diciottesima ristampa, ottobre 1985; per la voce confutazione si legge:

“Critica diretta, mediante prove o argomenti circostanziati e puntuali, a dimostrare l’infondatezza o l’inconsistenza totale o parziale di qualcosa, convincendo del contrario.”

La confutazione delle false dottrine è una parte della sana dottrina di cui oggi i servitori di Dio fanno poco ricorso, forse perché vige “il reciproco rispetto”, come è stato scritto in diversi statuti delle organizzazioni cristiane evangeliche. Ciò vuol dire che i ministri evangelici hanno il bavaglio alla bocca e non sono liberi di parlare come dovrebbero, non sono liberi di distruggere le false dottrine e tutte quelle menzogne che si elevano contro la conoscenza della verità.

Ma ringraziato sia Iddio che sempre si preserva un numero di servitori che non si fanno “imbavagliare la bocca” per un vile guadagno o qualsiasi altro interesse impuro.

La confutazione, per forza di cose, avendo lo scopo di distruggere dei falsi ragionamenti e delle false dottrine non può fare uso di parole melate e lusinghiere, anzi, le parole devono essere come Continua a leggere

14 marzo 2011 Posted by | Confutare, Confutazione, Dottrine False, Errori dottrinali, False dottrine, Falsi Dottori, Falsi insegnamenti, Giudicare, Giudizio, Giuseppe Piredda, Riprensione, Riprensione privata, Riprensione Pubblica | Lascia un commento

● Ma la Bibbia dice di “non abbandonare la comune adunanza”…

Cosa significa “non abbandonando la nostra comune adunanza …”

(99 minuti – mp3)

_____________________

“E facciamo attenzione gli uni agli altri per incitarci a carità e a buone opere, non abbandonando la nostra comune adunanza come alcuni son usi di fare, ma esortandoci a vicenda…” (Ebrei 10:24,25)

Premessa

Diletti nel Signore, purtroppo ci sono dei fratelli che si sono trovati costretti ad abbandonare la comunità che frequentavano e, in seguito a ciò, vengono perseguitati con questo passo in ebrei sopra riportato.

Vero è che tale passo esorta i santi a non abbandonare la comunità, ma è altrettanto vero che i santi devono anche considerare se in quella comunità il pastore insegna oppure no le verità di Dio. Se il pastore non sta insegnando ciò che sta scritto nella Parola di Dio, allora sta insegnando delle menzogne e la conseguenza spirituale per chi rimane in quella comunità è devastante, in quanto ci sono eresie che devastano e sviano i credenti dalla fede in Dio e li fanno percorrere le vie laterali, facendoli così Continua a leggere

6 marzo 2011 Posted by | Comune adunanza, Conduttori ADI, Errori dottrinali, Errori Dottrinali nelle ADI, Falsi Dottori, Falsi insegnamenti, Francesco Toppi, Giuseppe Piredda, Insegnamenti errati, Luogo di Culto | 2 commenti

● Francesco Toppi: la preghiera del Padre nostro non è più una preghiera da rivolgere a Dio

Francesco Toppi, ex presidente delle Assemblee di Dio in Italia, ha scritto:

‘… il ‘Padre nostro’ era una preghiera per il periodo precedente alla morte, risurrezione e glorificazione di Gesù Cristo’ (Francesco Toppi, A Domanda Risponde, Vol. I, Roma 2004, Seconda Edizione, pag. 164).

In altre parole, il ‘Padre nostro’ non è più una preghiera da dire a Dio, e questo perché nel libro degli Atti ogni qual volta c’è un riferimento alla preghiera non è mai menzionata questa specifica preghiera insegnata da Gesù (Ibid., pag. 163).

Confutazione

Ora, è vero che negli Atti, come anche nelle epistole, non è mai menzionata la preghiera del ‘Padre nostro’, ma arrivare per questo alla conclusione che essa non va più detta così come è scritta, la ritengo una cosa sbagliata. Perché si fanno passare le parole di Gesù “voi dunque pregate così …” (Matteo 6:9), come parole ormai sorpassate. Come parole che si riferivano solo al periodo precedente alla sua morte, il che non può essere vero.

E poi, se fosse vero quello che dicono le ADI in merito alla preghiera del Padre nostro, allora dovremmo concludere pure che Continua a leggere

3 marzo 2011 Posted by | ADI, ADI (Assemblee di Dio in Italia), Errori dottrinali, Errori Dottrinali nelle ADI, False dottrine, Falsi insegnamenti, Francesco Toppi, Insegnamenti errati, Padre Nostro, Pastori ADI, Preghiera | Lascia un commento

● ADI: L’elemosina non fa parte delle opere buone che la Chiesa deve fare

Felice Antonio Loria (Pastore e attuale Presidente Assemblee di Dio in Italia)





Il 13 Ottobre 2007, ad Acireale (Catania), in occasione delle celebrazioni del Centenario del Movimento Pentecostale, Felice Antonio Loria, attuale presidente delle ADI, ha affermato:

‘Vi sono delle opere che Dio ha preparato per tutti, prima della fondazione del mondo, e prima che noi ci convertissimo Dio ha preparato delle buone opere, e le buone opere che la Chiesa deve fare non è l’elemosina, le buone opere che la Chiesa deve fare sapete che cosa sono ? sono i piani che Dio ha per ogni credente che contribuiscono per il piano di Dio che ha per il mondo, la salvezza dell’umanità, la salvezza dell’umanità ….’

Ascoltate da voi stessi Felice Antonio Loria affermare queste cose. Continua a leggere

3 marzo 2011 Posted by | ADI, ADI (Assemblee di Dio in Italia), Elemosina e buone opere, Errori dottrinali, Errori Dottrinali nelle ADI, False dottrine, Falsi insegnamenti, Felice Antonio Loria, Presidente ADI | Lascia un commento

● Mario Gozzi è un ammiratore del libro ‘Il Rifugio’ (The Shack), che è pieno di menzogne e lo consiglia ai credenti

Fratelli nel Signore, ecco l’esempio di un pastore privo di discernimento spirituale e cioè Mario Gozzi, che pubblicamente sulla sua bacheca di facebook consiglia a tutti i credenti la lettura di un libro diabolico e pieno di menzogne, (The Shack) “il Rifugio”, il cui autore William P. Young ha dichiarato che l’Iddio del Cristianesimo Evangelico è un MOSTRO!

Queste sono alcune delle menzogne contenute in questo libro, di cui potete leggerne la confutazione completa a questo link.

1) La Trinità si è incarnata in Gesù.
2) Lo Spirito Santo è chiamato da Gesù ‘la Creatività; l’Azione; il Soffio Vitale’ (pag. 145).
3) Non c’è nessuno che Dio odia.
4) Dio non punisce gli uomini per i loro peccati.
5) Il Signore Gesù non forza le persone a fare alcunché.
6) Dio Padre è e sarà sempre sottomesso a Gesù, e viceversa.
7) Dio è sottomesso all’uomo.
8) La vita di Gesù non è un esempio da copiare.
9) I morti sanno dove siamo.
10) La città celeste, cioè la Nuova Gerusalemme, è un simbolo.
11) In Gesù non siamo sottoposti a nessuna legge.
12) Dio non ha alcuna aspettativa nei nostri confronti.
13) Tutti gli uomini sono perdonati in Gesù.

__________________________________

Contro ‘Il Rifugio’, un libro pieno di menzogne diffuso da molte librerie evangeliche

(90 minuti – mp3)

________________________________________________________________________________

Guardatevi perciò e ritiratevi da Mario Gozzi poichè oltre ad insegnare il messaggio della prosperità, il pastorato femminile, e la “santa risata” induce i credenti senza discernimento a nutrirsi di letture diaboliche che incamminano in sentieri scabri e tortuosi allontanandoli dalla verità del vangelo.

“Or io v´esorto, fratelli, tenete d´occhio quelli che fomentano le dissensioni e gli scandali contro l´insegnamento che avete ricevuto, e ritiratevi da loro.” (Romani 16:17)

Ricordatevi delle parole di Gesù:

“…or se un cieco guida un altro cieco, ambedue cadranno nella fossa.” (Matteo 15:14).

 

________________________________

___________________________________________________________________________

Articoli correlati:

● State lontani dal libro ‘Il Rifugio’ (The Shack): è pieno di menzogne

● Guardatevi e ritiratevi da Mario Gozzi di Radio Fede Italia

Articoli correlati da link esterni:

State lontani da ‘Il Rifugio’ (The Shack): è pieno di menzogne


Share

27 febbraio 2011 Posted by | Eresia, Eresie, Errori dottrinali, False dottrine, Falsi cristiani, Falsi insegnamenti, Mario Gozzi, Mary Gozzi, The Shack, The Shack - "Il Rifugio", William P. Young | Lascia un commento

● … E tu ce l’hai un pastore secondo il cuore di Dio?

I doni di ministerio –

Il Pastore

(100 minuti – mp3)

___________________________

«Tornate o figliuoli traviati, dice l’Eterno, poiché io sono il vostro signore, e vi prenderò, uno da una città, due da una famiglia, e vi ricondurrò a Sion; e vi darò dei pastori secondo il mio cuore, che vi pasceranno con conoscenza e con intelligenza.» (Geremia 3:14,15)

Fratelli nel Signore, ho voluto porre alla vostra attenzione questo passo biblico, affinché riflettiate su di esso, perché ritengo che sia utile e attuale anche per il popolo di Dio di oggi.

Quando i pastori d’Israele e i capi d’Israele si sviavano, andando dietro ad altri dèi abbandonando i comandamenti di Dio, di conseguenza anche tutto il popolo d’Israele si sviava. Iddio, allora, mandò al popolo e ai capi d’Israele i suoi profeti, per esortarli a tornare a Lui e per abbandonare le loro vie tortuose e perverse, affinché abbandonassero i loro traviamenti e le loro idolatrie.

Uno di questi profeti mandati da Dio ai pastori corrotti d’Israele fu Geremia, il quale soffrì molte afflizioni cagionate da tali pastori d’Israele che si erano corrotti e allontanati da Dio, ma Egli lo ha onorato e ha adempiuto ogni parola che ha pronunziato da parte dell’Eterno. Continua a leggere

20 febbraio 2011 Posted by | Cattivi operai, Conduttori ADI, Culto, Donne Pastore, Falsi cristiani, Falsi Dottori, Falsi fratelli, Falsi insegnamenti, Giuseppe Piredda, Pastora, Pastori, Pastori ADI, Pastori ecumenici | 1 commento

● Le ADI e la sorte eterna di quelli che non hanno udito il Vangelo

Francesco Toppi, ex Presidente ADI

Le ADI e la sorte eterna di quelli che non hanno udito il Vangelo

(85 minuti – mp3)

___________________________________________

Dottrina ADI

Le ADI insegnano che coloro che dopo avere sentito il Vangelo lo rigettano andranno in perdizione, e in questo dicono il giusto. Ma quando si tratta di parlare della sorte eterna che aspetta coloro che sono morti senza avere avuto l’opportunità di sentire il Vangelo, allora fanno un altro discorso.

Francesco Toppi, ex presidente delle ADI, afferma per esempio:

‘Vi è una componente dello spirito umano che intuisce quello che è giusto e quello che è errato, perchè esiste una parziale rivelazione divina alla coscienza umana che spinge al pentimento. …. Dio, quindi, giudicherà tutti gli uomini per quello che hanno fatto, secondo la luce che è stata data a ciascuno; questo metodo è assolutamente giusto da parte del Creatore, e come Suoi figli noi lo accettiamo …. Se siamo saggi non spenderemo troppo tempo a discutere di teorie umane che cercano di risolvere quello che Dio ha già risolto. Il nostro privilegio ed il nostro dovere di seguaci di Gesù Cristo è di annunciare ‘Tutto L’Evangelo’ e non di formulare delle congetture riguardo alla sorte eterna di coloro che non avranno occasione di ascoltarlo’ (Francesco Toppi, A Domanda Risponde, Vol. I, pag. 25).

Rodolfo Arata, pastore di una Chiesa ADI di Palermo, nel suo articolo ‘Quale sarà la sorte eterna di chi non ha mai sentito parlare di Gesù?’ afferma: Continua a leggere

12 febbraio 2011 Posted by | ADI, ADI (Assemblee di Dio in Italia), ADI-Media, Errori dottrinali, Errori Dottrinali nelle ADI, False dottrine, Falsi insegnamenti, Francesco Toppi, Predestinati, Predestinazione, Predicazione dell'evangelo, Proponimento dell'elezione di Dio, Rodolfo Arata Pastore ADI, Sogni, visioni e rivelazioni, Torcere le Sacre Scritture | Lascia un commento

● Contro l’errato significato dato alle parole ‘Non toccate gli unti di Dio’





Contro l’errato significato dato alle parole “Non toccate gli unti di Dio!”

(96 minuti – mp3)

____________________________________

Spesso i ribelli e i cianciatori per mettere paura a coloro che li confutano e smascherano citano le parole di Davide che si guardò dal toccare l’unto di Dio, cioè Saul, per non incorrere in un peccato contro Dio. Ma anche se ammettessimo che costoro un giorno furono unti di Spirito Santo da Dio, questo non ci impedisce di riprenderli per le loro inique opere e le loro eresie, perché Davide stesso che fu colui che disse alla sua gente: “Mi guardi l’Eterno, dal commettere contro il mio signore, ch’è l’unto dell’Eterno, l’azione di mettergli le mani addosso; poich’egli è l’unto dell’Eterno’ (1 Samuele 24:7), subito dopo riprese Saul per il suo comportamento iniquo dicendogli:

“Perché dai tu retta alle parole della gente che dice: Davide cerca di farti del male? Ecco in quest’ora stessa tu vedi coi tuoi propri occhi che l’Eterno t’avea dato oggi nelle mie mani in quella spelonca; qualcuno mi disse di ucciderti, ma io t’ho risparmiato, e ho detto: Non metterò le mani addosso al mio signore, perch’egli è l’unto dell’Eterno. Ora guarda, padre mio, guarda qui nella mia mano il lembo del tuo mantello. Se io t’ho tagliato il lembo del mantello e non t’ho ucciso, puoi da questo veder chiaro che non v’è nella mia condotta né malvagità né ribellione, e che io non ho peccato contro di te, mentre tu mi tendi insidie per tòrmi la vita! L’Eterno sia giudice fra me e te, e l’Eterno mi vendichi di te; ma io non ti metterò le mani addosso. Dice il proverbio antico: – Il male vien dai malvagi; – io quindi non ti metterò le mani addosso. Contro chi è uscito il re d’Israele? Chi vai tu perseguitando? Un can morto, una pulce. Sia dunque arbitro l’Eterno, e giudichi fra me e te, e vegga e difenda la mia causa e mi renda giustizia, liberandomi dalle tue mani (1 Samuele 24:9-16).

Noi certamente dobbiamo guardarci dal mettere le mani addosso a costoro, cioè non dobbiamo prenderli a schiaffi e a pugni, non dobbiamo sparargli, non dobbiamo torcergli un capello, ma certamente dobbiamo riprenderli e mettere in guardia i fratelli facendo i loro nomi perché costoro hanno voltato le spalle alla verità e si sono volti alle favole e trascinano dietro a loro i discepoli del Signore. La cosa però che sorprende è che costoro – come per esempio Benny Hinn – si sentono autorizzati a maledire e a schernire i loro oppositori, quindi loro possono fare l’opposto di quello che ha comandato il Signore Gesù Cristo (che ha comandato di amare i nostri nemici e di fare del bene a quelli che ci odiano), mentre noi non possiamo fare quello che Dio ci comanda di fare, cioè riprendere le opere infruttuose delle tenebre!!

Nessuno di questi cianciatori vi seduca.

___________________________________________________________________

Robert Tilton esorta a non toccare gli unti di Dio

Robert Tilton, noto televangelista americano e predicatore della prosperità, rivolgendosi ai suoi nemici, dice: ‘E’ una cosa spaventevole cadere nelle mani di un Dio vivente. Non toccate i miei unti, non fate del male ai miei profeti!’

___________________________________________________________________

Articoli correlati:

● Giudicare: quando è vietato e quando è comandato

● Devo riprenderli prima in privato?

● Taluni dicono: “Chi ti ha dato l’autorità d’ insegnare tali cose e di riprendere i fratelli che peccano?”

● “Astuti” o “prudenti”… come i serpenti?

● Benny Hinn: lista delle sue false rivelazioni, insegnamenti eretici, minaccie ai suoi nemici e altri comportamenti sconvenienti…

● Contro l’errato significato dato alle parole e le citazioni e gli usi impropri di alcuni versetti della Bibbia…

Articoli correlati da Link esterni:

● http://lanuovavia.org/va_mr_tilton_non_toccate_i_miei_unti.html

● Video e audio che smascherano vari predicatori


Share

11 febbraio 2011 Posted by | Benny Hinn, Cattivi operai, Confutazioni Audio mp3, Dottrine False, Errori dottrinali, Errori Dottrinali nelle ADI, Esortazioni, False dottrine, Falsi insegnamenti, Insegnamenti errati, Passi Biblici Distorti | Lascia un commento

● Tommaso Grazioso: ‘Il portafoglio è l’apriscatola del cuore’



Non è giusto sotto la grazia ordinare il pagamento della decima ai santi

(132 minuti – mp3)

Contro il passaggio del cestino delle offerte

(68 minuti – mp3)

_________________________________________________________

Tommaso Grazioso, che è pastore negli Stati Uniti e viene chiamato da tante chiese ADI in Italia a predicare, ed è tenuto in grandissima stima ed ammirazione nelle ADI, durante il 5° Convegno Giovanile delle ADI tenutosi nel 1990 a Catania, durante una sua predicazione sul risveglio ha affermato quanto segue: Continua a leggere

9 febbraio 2011 Posted by | ADI, ADI (Assemblee di Dio in Italia), apriscatola del cuore, Assemblee di Dio, Decima, Dottrine False, False dottrine, Falsi insegnamenti, Pastori ADI, Tommaso Grazioso | Lascia un commento

● Ma è proprio vero che Dio odia il peccato però ama i peccatori?

Dio ama il peccatore, ma odia il peccato?

(98 minuti – mp3)

_________________________________

“…Tu non sei un Dio che prenda piacere nell´empietà;

il malvagio non sarà tuo ospite. Quelli che si gloriano non sussisteranno dinanzi agli occhi tuoi;

tu odii tutti gli operatori d´iniquità.

Tu farai perire quelli che dicon menzogne; l´Eterno aborrisce l´uomo di sangue e di frode.

(Salmo 5:4,6)

__________________________________________________________________________________

Articoli correlati:

● Alcune domande per chi dice: “Dio odia il peccato, ma NON IL PECCATORE”…

● Gesù Cristo non è l’amico dei peccatori

● Raffaele Lucano, pastore ADI: Dio ama l’omosessuale e non imputa la colpa a chi si trova in tale condizione

● Marco Bouchard parla della decisione del Sinodo Valdese di benedire le coppie omosessual

● Sarete odiati da tutti a cagion del mio nome…

● A proposito di un certo modo di predicare

Share

4 febbraio 2011 Posted by | Errori dottrinali, Esortazioni, Falsi insegnamenti, Raffaele Lucano Pastore ADI | Lascia un commento

● Billy Graham. Sue affermazioni eretiche, ambigue ed ecumeniche

Billy Graham: ‘Alcuni di noi nascono Cristiani’


Nel libro ‘Decision Points’ dell’ex presidente americano George W. Bush, che è uscito nel novembre del 2010, l’ex presidente descrive un incontro avuto con il predicatore Billy Graham durante il quale Graham ha detto alla famiglia di Bush che alcune persone semplicemente ‘nascono Cristiane’ mentre altre hanno bisogno di una ‘esperienza della nuova nascita’.
Durante l’estate del 1985, George H. W. Bush (il padre di Bush) invitò il famoso predicatore nella sua casa di Kennebunkport, nel Maine. Una sera, dopo cena, circa 30 membri della famiglia di Bush si radunarono per porre delle domande a Graham. Bush padre domandò a Graham: ‘Billy, alcune persone dicono che tu devi avere una esperienza di nuova nascita per andare in cielo. Ecco Mamma [la nonna di Bush figlio), la persona più religiosa e più gentile che io conosca, eppure lei non ha avuto nessuna esperienza di nuova nascita. Andrà in cielo?’

La risposta di Billy Graham fu questa: Continua a leggere

4 febbraio 2011 Posted by | Battisti in America, Billy Graham, Decision Points, Dottrine False, Ecumenismo, False dottrine, Falsi insegnamenti, George W.Bush, Nascere di nuovo, Nuova Nascita, Pastori ecumenici | Lascia un commento

● Marco Bouchard parla della decisione del Sinodo Valdese di benedire le coppie omosessuali


Contro i perversi e vani ragionamenti fatti da alcune Chiese Evangeliche a favore dell’omosessualità…

(118 minuti – mp3)

________________________________________

In questo programma radiofonico (del 28 Gennaio 2011) dedicato al mondo LGBTQ in onda su Antenna Radio Esse, viene affrontato il rapporto tra fede e omosessualità, in particolare le aperture della Chiesa Evangelica Valdese verso le coppie dello stesso sesso nel sinodo 2010 che ha sancito la benedizione delle coppie omosessuali, con Marco Bouchard presidente del sinodo 2010 che ha preso questa abominevole decisione.

Al minuto 7:18, l’intervistatrice chiede a Bouchard perché l’omosessualità non è incompatibile con un percorso di fede. Ecco la sua risposta: Continua a leggere

30 gennaio 2011 Posted by | Eresia, Eresie, Falsi insegnamenti, LGBTQ, Marco Bouchard, Omosessualità, Remo Cristallo, Scandali, Sinodo Valdese | Lascia un commento

● Raffaele Lucano, pastore ADI: Dio ama l’omosessuale e non imputa la colpa a chi si trova in tale condizione

Fratelli nel Signore, ho letto un articolo dal titolo ‘Dio ama l’omosessuale?’ scritto da Raffaele Lucano, che è pastore della Chiesa ADI di Cornaredo (Milano), in cui ho riscontrato delle affermazioni false molto gravi, che costituiscono quindi del lievito da cui guardarsi.

Riporto qui di seguito l’articolo in maniera integrale, affinché non si dica che ho estrapolato le sue affermazioni dal contesto, citandole senza far conoscere il resto dell’articolo.

‘Ho letto un articolo su un settimanale che mi ha lasciato alquanto sconcertato, non tanto per la notizia, perché ormai l’argomento “omosessualità” non suscita più scalpore, ma per la sfrontatezza con la quale si chiama in causa Dio e la fede cristiana, senza conoscere veramente l’opinione di Dio. Si fa un gran discutere in merito agli atteggiamenti (scorretti e a volte anticristiani) dei tanti religiosi che, in nome di una nomenclatura imposta dalla propria denominazione (o setta) agiscono e reagiscono con violenza e a suon di “anatemi”. Continua a leggere

27 gennaio 2011 Posted by | ADI, ADI (Assemblee di Dio in Italia), Chiesa ADI Cornaredo Milano, Dottrine False, Errori dottrinali, Errori Dottrinali nelle ADI, Falsi insegnamenti, Omosessualità, Pastori ADI, Raffaele Lucano Pastore ADI | Lascia un commento

● Gesù Cristo non è l’amico dei peccatori

Gesù Cristo non è amico dei peccatori

(69 minuti – mp3)

______________________________________

Non è giusto chiamare Gesù ‘l’amico dei peccatori’, come purtroppo fanno tanti credenti nella loro ignoranza, perché chiamare Gesù Cristo in questa maniera equivale ad offenderlo.

Era in questa maniera infatti che ai giorni di Gesù molti lo offesero secondo che è scritto che disse Gesù: “Ma a chi assomiglierò io questa generazione? Ella è simile ai fanciulli seduti nelle piazze che gridano ai loro compagni e dicono: Vi abbiam sonato il flauto, e voi non avete ballato; abbiam cantato de’ lamenti, e voi non avete fatto cordoglio. Difatti è venuto Giovanni non mangiando né bevendo, e dicono: Ha un demonio! È venuto il Figliuol dell’uomo mangiando e bevendo, e dicono: Ecco un mangiatore ed un beone, un amico dei pubblicani e de’ peccatori! Ma la sapienza è stata giustificata dalle opere sue” (Matt. 11:15-19).

Nota bene che Gesù nel dire che gli uomini dicevano del Figliuol dell’uomo che era un amico dei pubblicani e dei peccatori ha voluto dire che essi lo offesero e lo disonorarono dicendo quella cosa, perché oltre a questo essi dissero di lui che era un mangiatore e un beone Continua a leggere

22 gennaio 2011 Posted by | Amico dei peccatori, Eresia, Eresie, Errori dottrinali, Errori Dottrinali nelle ADI, Esortazioni, False dottrine, Falsi insegnamenti | Lascia un commento

● Contro la “preghiera imprecatoria” insegnata da Fratello Andrea (Fondatore di Porte Aperte)


Contro la preghiera imprecatoria insegnata da Fratello Andrea

(84 minuti – mp3)


______________________________________


Fratello Andrea, così è stato soprannominato Anne van der Bijl, è un missionario olandese (che oggi ha quasi 83 anni, essendo nato nel maggio del 1928) molto conosciuto nel mondo, in quanto è il fondatore di Porte Aperte (Open Doors), un’organizzazione internazionale interdenominazionale a favore della Chiesa perseguitata.
Questa ben nota organizzazione è nata nel 1955, quando Fratello Andrea, venuto a sapere che i cristiani oltre la Cortina di Ferro avevano un disperato bisogno della Parola di Dio, consegnò una valigia piena di libri cristiani oltre la Cortina di Ferro.

Alla fine degli anni ’60 Fratello Andrea divenne famoso come ‘il Contrabbandiere di Dio’ dal titolo del suo best-seller, che oggi è disponibile in 36 lingue, e che ha contribuito a far conoscere quali siano le condizioni della Chiesa in quelle nazioni dove ci sono regimi che ostacolano e contrastano la fede in Cristo.

La missione di Porte Aperte si occupa di introdurre Bibbie in Cina, Vietnam, e nei paesi musulmani, e organizza seminari e aiuti pratici ai cristiani che soffrono, oltre che provvedere aiuti economici alle loro famiglie e alle famiglie dei martiri.

Nel 1997 Fratello Andrea ha ricevuto il Riconoscimento Per la Libertà Religiosa dall’Alleanza Evangelica Mondiale, per il suo servizio in favore della Chiesa perseguitata.

Ora, fermo restando che il bene fatto da Fratello Andrea e dalla Missione da Lui fondata, è bene, e non lo possiamo chiamare altrimenti; e siamo grati a Dio che tramite questa Missione, nel corso di questi decenni tanti credenti perseguitati a motivo di Cristo hanno potuto ricevere la Bibbia ed aiuti materiali; dobbiamo d’altro canto avvertirvi che Fratello Andrea insegna la ‘preghiera imprecatoria’ contro determinati individui. Spiegherò brevemente in cosa consiste questo suo falso insegnamento, e poi lo confuterò mediante le Scritture. Continua a leggere

20 gennaio 2011 Posted by | Anne van der Bijl, EUN - Editrice Uomini Nuovi, False dottrine, Falsi insegnamenti, Fratello Andrea, Missione Evangelica Porte Aperte, Preghiera, Preghiera imprecatoria, Steven Anderson, Wiley Drake | Lascia un commento

● Harold Egbert Camping: un altro impostore che ci dice la data esatta del ritorno di Gesù Cristo





Contro quelli che stabiliscono la data del ritorno del Signore o lo danno per imminente

(93 minuti – mp3)

____________________________________________

Harold Egbert Camping è un ‘insegnante’ della Parola di Dio americano che viene ospitato sia in programmi radiofonici che televisivi per rispondere alle domande delle persone che concernono soprattutto il significato di certi passaggi della Bibbia.

Questo uomo afferma che Gesù Cristo ritornerà il 21 Maggio 2011. Lui dice di esserne assolutamente certo. In questo video parla proprio di questa data. Sono milioni di persone che lo ascoltano in tutto il mondo tramite i suoi programmi. Guardatevi da quest’altro impostore e seduttore che parla soprattutto da una radio che si chiama ‘Family Radio’ che trasmette dagli Stati Uniti.

La Bibbia dice: “Ma quant’è a quel giorno ed a quell’ora nessuno li sa, neppure gli angeli dei cieli, neppure il Figliuolo, ma il Padre solo” (Matteo 24:36) Continua a leggere

18 gennaio 2011 Posted by | False dottrine, False predizioni, False rivelazioni, Falsi insegnamenti, Falso profeta, Harold Egbert Camping | 1 commento