Egli è altresì scritto…

Blog di Nicola Iannazzo

● Giovanni Paolo II: un altro idolatra che verrà beatificato

Beati coloro che muoiono nel Signore

(82 minuti – mp3)

_______________________

In questi giorni tutti i media parlano della beatificazione di Giovanni Paolo II, prevista dalla Chiesa Cattolica Romana in Vaticano per il prossimo 1 Maggio 2011. Ora, in seguito a questa cerimonia questo uomo sarà dichiarato beato! Ma egli non è e non sarà mai beato, e questo perchè era un idolatra e gli idolatri quando muoiono vanno all’inferno in attesa della condanna definitiva ed eterna che sarà loro data da Dio nel giorno del giudizio. Questa beatificazione quindi è una cerimonia senza alcun valore davanti a Dio.
Che Giovanni Paolo II era un idolatra è manifesto, infatti era un ardente devoto di Maria (cioè un mariano), e non perdeva occasione per renderle il culto. Egli attribuì la sua incolumità in seguito all’attentato subito nel 1981 all’apparizione della ‘Madonna’ di Fatima. Poco dopo l’aggressione alla sua vita, egli consacrò il mondo intero al Cuore Immacolato di Maria. Inoltre, nell’ottobre del 2000, Giovanni Paolo ordinò che la statua ‘miracolosa’ della ‘Madonna’ di Fatima fosse portata in Vaticano in occasione del Gran Giubileo. Domenica 8 ottobre 2000, Giovanni Paolo II assieme a 1.500 vescovi, affidò l’umanità e il terzo millennio alla ‘Madonna’ di Fatima. Oltre a ciò, va detto che la sua forte devozione mariana ha rafforzato la devozione mariana in tutto il mondo. La seguente affermazione, fatta da Giovanni Paolo II nel 2002, ha caratterizzato dal principio alla fine il suo pontificato. Sia lui sia la chiesa cattolica romana, proclamarono che la Regina dei Cieli è fra coloro ai quali essi affidano il proprio futuro.

Rivolgendosi a Maria come alla ‘Madre Santissima’ Giovanni Paolo II pregò:

‘A te [Maria] restituisco tutti i frutti della mia vita e del mio ministero. A te affido il futuro della Chiesa, a te offro la mia nazione, in te confido e dichiaro ancora una volta: Totus Tuus, Maria!’

I Mariani sono degli idolatri perché offrono il culto ad una creatura invece che al Creatore; sono degli idolatri perché la Scrittura dice: “Adora il Signore Iddio tuo, ed a lui solo rendi il culto” (Matt. 4:10), mentre loro adorano Maria da loro considerata la loro Signora.

E’ vero che loro dicono: ‘Ma noi non l’adoriamo ma la veneriamo’, ma ciò non corrisponde assolutamente al vero in quanto i fatti dimostrano il contrario. Come fanno a dire che la loro venerazione non è idolatria quando essi cantano, pregano e invocano Maria quasi che fosse Dio?

C’è un’altra affermazione a cui i Cattolici romani ricorrono allo scopo di fare credere che loro non adorano Maria ma adorano solo Dio, ed è questa: Continua a leggere

27 aprile 2011 Posted by | Beatificazione Giovanni Paolo II, Beatificazione Karol Wojtyla, Beatificazione Wojtyla, Cattolicesimo Romano, Chiesa Cattolica Romana, Eresia, Eresie, Idolatria, Idolatria religiosa, Papa, Papa Giovanni Paolo II, Papa Wojtyla, Papa Wojtyla "santo", Purgatorio | 1 commento

● La festa di natale: perchè non va santificata

La festa di natale: perchè non va santificata (86 minuti – mp3)

Cattolici Romani, convertitevi dagli idoli all’Iddio vivente (44 minuti)

________________________________________

La dottrina dei teologi papisti

“Il natale è una festa di precetto da santificare. Buona cosa è fare il presepio per natale.”

Tra le feste che la chiesa romana ordina di osservare vi è anche la festa di natale infatti essa, nel suo catechismo, è tra le cosiddette feste di precetto della Chiesa di cui essi devono ricordarsi per santificarla secondo il loro comandamento. Essa viene celebrata con tre messe di cui una a mezzanotte perché secondo la tradizione Gesù fu partorito da Maria in quell’ora.

Alla festa del natale sono collegate molte consuetudini: una di queste è quella di fare il presepio. Esso consiste in una rappresentazione figurale fatta con statuette dell’evento della nascita di Gesù Cristo.

Il catechismo cattolico riferisce l’origine del presepio in questi termini:

‘San Francesco d’Assisi aveva Continua a leggere

11 dicembre 2010 Posted by | Albero di Natale, Cattolicesimo Romano, Culto alle statue, Festa pagana, Idolatria, Idolatria religiosa, Insegnamenti eretici, Insegnamenti errati, Natale, Papa Giovanni Paolo II, Papa Wojtyla, Presepe, Presepio, Secondo Comandamento, Tradizioni Pagane | 3 commenti

● La Messa approfondita alla luce delle Sacre Scritture

Contro la Messa…

(75 minuti – mp3)

Contro la partecipazione alla messa funebre per i familiari e parenti cattolici romani

(84 minuti – mp3)

________________________________________________

 

La dottrina dei teologi papisti

La cena del Signore è chiamata eucarestia; quando il prete consacra il pane e il vino avviene un mutamento di sostanza degli elementi per cui il pane e il vino diventano il vero corpo e sangue di Cristo. Il pane quindi va adorato con il culto di latria. L’eucarestia va servita al popolo solo sotto la specie del pane. I comunicanti devono prendere l’eucarestia a digiuno. L’eucarestia è anche la messa ossia la ripetizione del sacrificio di Cristo; sacrificio che viene offerto per i vivi e per i morti per la propiziazione dei loro peccati. La messa va offerta anche in onore dei santi. L’eucarestia rimette i peccati veniali e preserva da quelli mortali.

I Cattolici romani chiamano la cena del Signore eucarestia, che Continua a leggere

31 luglio 2010 Posted by | Cattolicesimo Romano, Idolatria, La Messa, Messa, Ostia, Sacrificio di Gesù Cristo, Transustanziazione, Vaticano, Venerazione di santi e morti e di angeli | Lascia un commento

● TBNE… Ecumenismo, amuleti, e tanto commercio…

http://www.tbne.it/

L’impero miliardario della TBN e dei suoi Telepredicatori…

La TBN nasce nel 1978, fondata dal giovane pastore delle Assemblee di Dio Paul Crouch. Essa fin dai suoi primi giorni ha sempre dato spazio a tutte le correnti pentecostali e carismatiche, senza escludere le più controverse; questo atteggiamento gli ha creato non pochi problemi con la potente confederazione delle televisioni cristiane National Religious Broadcasters (NRB), dominata da pastori con scarse simpatie per i pentecostali. Continua a leggere

26 luglio 2010 Posted by | Amanti del denaro, Benny Hinn, Chuck Hall, Dottrine False, Ecumenismo, Idolatria, Messaggio prosperità, Pastori ecumenici, Paul Crouch, Power team, Questo è il tuo giorno TBNE, TBNE, This is your day! | 1 commento

● “Padre Pio da Pietrelcina”, il frate cappuccino che ha sviato e svia tutt’oggi molte persone non attaccate alla Parola di Dio!

Cattolici Romani, l’idolatria è in abominio a Dio

(21 minuti – mp3)


____________________________

San Pio da Pietrelcina, noto anche come Padre Pio da Pietrelcina, al secolo Francesco Forgione (Pietrelcina, 25 maggio 1887 – San Giovanni Rotondo, 23 settembre 1968), religioso dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, nel 2002 è stato proclamato santo da papa Giovanni Paolo II: la sua memoria liturgica viene celebrata il 23 settembre, anniversario della morte. È stato destinatario, ancora in vita, di una venerazione popolare di imponenti proporzioni, anche in seguito alla fama di taumaturgo da lui acquisita derivante da presunte capacità soprannaturali attribuitegli…

«Sono un mistero di fronte a me stesso» disse di se stesso.

Ma nonostante tutto, Padre Pio si diffonde in Benin e in Eritrea, in Irak e in Egitto, arriva sino in Patagonia, contagia anche i non cristiani. E sulla tomba ormai arrivano pellegrini di ogni provenienza. Il fatto è che la fama e la devozione al fraticello, a 34 anni dalla morte, cresce anziché diminuire. E si espande nel mondo, in luoghi insospettabili: da maggio la chiesetta di Kerecia in Eritrea espone un quadro di Padre Pio, venerato anche dagli ortodossi locali. Da Ismaylia in Egitto monsignor Makarios Tewflik dei copti ha chiesto una statua del padre «per proteggere i miei fedeli in pericolo».

L’anno scorso sono arrivati a San Giovanni Rotondo 223 gruppi di lingua inglese (americani soprattutto, ma anche irlandesi e filippini), tre comitive dalla Corea, una dalla Thailandia, dodici dall’Africa. In tutto, 7 milioni e mezzo di pellegrini: «Che fanno del nostro santuario il più visitato del mondo dopo la Guadalupe», dice Stefano Campanella, che dirige la radio locale.

Senza fanatismi, se credete al vostro cronista che al santuario ha trascorso più giorni. La folla che visita la cripta sembra invece dominata da un altro sentimento: l’affetto. Si va da Padre Pio come si va a trovare uno zio frate, per chiedere o per ringraziare: con l’idea forte che è vivo («Si fa sentire», dicono qui), e che il Cielo è vicino e, grazie al fraticello, protegge ed esaudisce. La signora Gina di Piacenza è venuta a sciogliere il voto: Padre Pio, mi racconta, ha salvato suo figlio, 29 anni, colpito da aneurisma cerebrale. «Ora sta benissimo, lavora, ha riacquistato la vista». Aggiunge che ha “solo” un braccio paralizzato. La razionalità incredula mi spinge a dirle: un miracolo incompleto? «Io so che sono qui a ringraziare, altrimenti sarei su una tomba a piangere», risponde Gina. Ha ragione lei: non si esagera mai, con la gratitudine.

Chi è Padre Pio? Che cosa possiamo veramente sapere di lui e della sua infanzia?

L’esistenza «terrena» di Padre Pio è stata un continuo susseguirsi d’eventi drammatici, sin dai primi anni di vita.

Nacque a Pietrelcina alle ore 17 del 25 maggio 1887, era Mercoledì. Quartogenito, di sette fratelli e sorelle. Di famiglia povera. Il padre contadino (analfabeta) per due volte fu costretto ad emigrare in America in cerca di fortuna. Sin dalla più tenera età si manifestarono strani fatti, ai quali non veniva data importanza e che solo in seguito, quando arrivarono i «grandi fenomeni mistici», presero un senso preciso.

Scrive padre Agostino:

«Le estasi e le apparizioni cominciarono al quinto anno d’età, quando Francesco ebbe il pensiero e il sentimento di consacrarsi per sempre al Signore, e furono continue».

Padre Benedetto, scrisse in sua memoria che: Continua a leggere

19 luglio 2010 Posted by | Anna Katharina Emmerich, Bilocazione, Cattolicesimo Romano, Francesco Forgione, Frate Cosimo, Idolatria, Louise Lateu, Lucia di Narni, Marta Robin, Misticismo, Ordine Frati Minori Cappuccini, Padre Pio, Padre Pio da Pietrelcina, Renato Barone, San Giovanni Rotondo, Santa Caterina da Siena, Santa Caterina dè Ricci, Santa Teresa d’Avila, Santa Veronica Giuliani, Stimmate, Therese Neumann | | Lascia un commento