Egli è altresì scritto…

Blog di Nicola Iannazzo

● Contro l’errore di David Pawson sullo stato intermedio dei morti

Contro l’errore di David Pawson sullo stato intermedio dei morti (76 minuti – mp3)

______________________________________

Fratelli nel Signore, c’è un libro intitolato “La via che porta all’inferno”, che contiene un grosso errore dottrinale riguardante lo stato intermedio dei morti (nel libro ve ne sono anche altri di errori, ma verrà focalizzato questo in particolare) di cui potete ascoltare la confutazione audio del fratello Giacinto Butindaro.

Il libro, molto diffuso nelle librerie evangeliche, è scritto da David Pawson,  ed è pubblicato da “verso la meta editrice”  di catania. La prima edizione di questo libro in italia è uscita nel 1998.

David Pawson è un predicatore itinerante di nazionalità inglese, molto conosciuto in ambito evangelico, di estrazione battista, che è stato un tempo un ministro di culto della chiesa metodista ma poi è passato alla chiesa battista.

Ora, in questo libro, occorre naturalmente dirlo sin dall’inizio, David Pawson parla dell’esistenza dell’inferno, quindi di un luogo di tormento dove saranno tormentati per l’eternità gli empi, e in esso lui confuta coloro che parlano di “annientamento” dei peccatori.

Lui crede quindi che gli empi dopo il giorno del giudizio o comunque nel giorno del giudizio saranno presi e gettati anima e corpo nel fuoco eterno che lui chiama inferno.

Dunque di primo acchito parrebbe che sia tutto a posto, ma non è cosi…

In questo libro infatti c’è un grosso errore di David Pawson che concerne lo stato intermedio dei morti per gli empi, cioè per i peccatori che muoiono nei loro peccati.

Ora fermo restando che quando lui usa il termine “inferno” si riferisce al luogo di tormento dove andranno per l’eternità gli empi a partire dalla risurrezione, lui dice queste parole alla pagina 40 di questo libro:

“L’inferno dunque appartiene al futuro, non al presente. Ancora nessuno si trova li, nemmeno il diavolo (se lo fosse non potrebbe avere più influenza sulla terra). Abbiamo risposto alla domanda: quando avrà inizio l’inferno? Nel giorno del giudizio. Quando finirà? Finirà mai? Questa è la questione cruciale che esamineremo adesso.”

E in effetti dopo lui risponde dicendo che non finirà mai.

Ora l’errore che viene confutato a David Pawson è questo. Lui ritiene che per quanto riguarda lo stato intermedio degli empi che muoiono nei loro peccati la Scrittura non ci da abbastanza, diciamo, nozioni o conferme per dire che vanno in un luogo di tormento con fiamme di fuoco.
Giacinto Butindaro dimostra invece che la Scrittura ci mostra in maniera incontrovertibile che i peccatori, immediatamente dopo la morte, vanno con la loro anima in un luogo di tormento, chiamato Ades, dove vi rimarranno in maniera cosciente fino alla resurrezione, quando saranno gettati anima e corpo in un altro luogo di tormento chiamato Geenna o stagno ardente di fuoco e di zolfo dove saranno tormentati per l’eternità.

Consiglio quindi l’ascolto della confutazione audio per vedere se, alla luce delle Sacre Scritture, le cose dette da David Pawson, stanno davvero così…

La grazia del Signore sia con voi.

Nicola Iannazzo

_______________________________________________________________________________

Articoli correlati:

● Le ADI hanno ‘tolto’ il fuoco dall’inferno…

● Contro la Messa di Suffragio e il Purgatorio

● Alla fine Dio salverà tutti? No, ecco perché…

● Dopo la morte…

Articoli correlati da link esterni:


Share

Annunci

18 novembre 2010 Posted by | Ades, David Pawson, Inferno, Pene eterne, Soggiorno dei morti, Stato intermedio dei morti | Lascia un commento

● Dopo la morte…

Hai mai visto un uomo morire? Temi tu la morte? Sei pronto a morire? Che cosa accadrà dopo la morte?

La Parola di Dio ci dice: “E’ stabilito che gli uomini muoiano una volta sola” (Ebrei 9:27).

Un giorno anche tu dovrai morire. Nessuno può scampare. Anche i re e i capi di Stato dovranno morire. I più grandi medici muoiono. Mendicanti e la gente comune muore. Alcuni vivono lunghi anni, altri muoiono giovani. Quando sarà il tuo turno? Tu non lo sai. Io non lo so, ma quel giorno arriverà. E poi? Continua a leggere

12 settembre 2010 Posted by | Anima nell'uomo, Cosa c'è dopo la morte?, Dopo la morte, Fuoco eterno, Giorno della salvezza, Giudizio eterno, Il Ricco e Lazzaro, Inferno, Luogo di tormento, Morte, Morte del corpo, Morte dell'anima, Morte seconda, Ricco e Lazzaro, Risurrezione di giudizio, Risurrezione di vita, Salario del peccato, T.L.Osborn, Tormento eterno | Lascia un commento

● Le ADI hanno ‘tolto’ il fuoco dall’inferno…

Confutazione della dottrina ‘il fuoco dell’inferno è allegorico e la Nuova Gerusalemme è un simbolo’…

(114 minuti – mp3)

Perchè nelle ADI non predicano quasi mai sulle pene eterne – fuoco metaforico

(72 minuti – mp3)

_______________________________________________________

Le A.D.I. (Assemblee di Dio in Italia) insegnano che quando la Scrittura parla di fuoco sia in riferimento all’Ades che alla Geenna il termine fuoco non va inteso letteralmente ma metaforicamente.

Ecco delle parti scannerizzate dal Nuovo Commentario Biblico Illustrato, ‘tradotto’ e pubblicato da ADI-Media, che provano ulteriormente in maniera inconfutabile che le Assemblee di Dio in Italia insegnano la falsa dottrina che il fuoco eterno di cui parlò Gesù, e che nell’Apocalisse è chiamato “stagno ardente di fuoco e di zolfo”, non è reale ma simbolico.

Le pubblico non solo affinchè servano di conferma a quanto noi diciamo da tanto tempo, ma anche affinchè quei credenti che frequentano Chiese ADI che dicono: ‘Ma il nostro pastore non ha mai insegnato questa cosa!’ siano persuasi che questo è l’insegnamento ufficiale delle ADI.
Come potete vedere, le parole del Nuovo Commentario Biblico che provano questo falso insegnamento delle ADI, sono le seguenti: ‘Un’angoscia inesprimibile è simboleggiata da ‘fuoco e zolfo’, v. 10b (cfr. Is. 30:33; Ap. 20:10). La punizione eterna è simboleggiata dal ‘fumo del loro tormento’ che sale ‘nei secoli dei secoli’, v. 11′ (Merrill F. Hunger – Gary N. Larson, Nuovo Commentario Biblico Illustrato, ADI-Media, 2009, pag. 679); ‘Il giudizio preannunciato su Satana (Gen. 3:15) viene ora eseguito. Prima cacciato via dalla sfera del cielo (12:9), poi imprigionato nell’abisso (20:1-3), egli viene ora consegnato al suo destino eterno, lo stagno di ‘fuoco e zolfo’, che raffigura un inesprimibile cosciente tormento (14:10; Is. 30:33)’ (Ibid., pag. 687). Fratelli guardatevi dal lievito delle ADI.

Ecco cosa Francesco Toppi, ex-presidente delle A.D.I., ha scritto nel suo libro A Domanda Risponde:

  • ‘La concezione di un inferno o di un fantastico ‘purgatorio’ con vere fiamme di fuoco, immagini tanto care alle descrizioni medievali, è un’idea sfruttata da predicatori astuti ma poco seri che, ormai, riesce a terrorizzare soltanto qualche pia vecchietta, la quale si vede già ardere per l’eternità’ (Francesco Toppi, A Domanda Risponde, Volume 1, pagina 231, ADI-MEDIA, seconda edizione, Roma 2004).

Lo stesso ha affermato durante il programma ‘Dai nostri culti’ trasmesso da RadioEvangelo qui a Roma, durante una predicazione che verteva sulla vita dopo la morte, che quando Gesù parlò della fiamma che tormentava l’anima del ricco nell’Ades, non intese riferirsi ad un fuoco letterale ma usò un linguaggio metaforico! E che nelle ADI non sia cosa rara sentire parlare così in riferimento al fuoco dell’inferno me lo ha confermato un fratello che parlando con un aspirante pastore delle ADI si è sentito rispondere: ‘Ma fratello, non penserai mica che quello sia veramente fuoco?!’ Continua a leggere

28 luglio 2010 Posted by | ADI (Assemblee di Dio in Italia), Dottrine False, Eresia, Eresie, Errori Dottrinali nelle ADI, Eternità, Falsi insegnamenti, Francesco Toppi, Giudizio, Giudizio eterno, Inferno, Insegnamenti errati, Lazzaro, Luogo di tormento, Predicazioni Audio mp3 | Lascia un commento